grat

Tutto sembra difficile, fino a quando s’inizia a praticarlo… Quindi inizia a camminare nella Gratitudine ed essere grato per chi sei e che cos’hai (anche se è poco). 

 

Permettimi di condividere con te una versione delle “dieci regole” di alcune tribù native americane:

1. Tratta la Terra e tutto ciò che vi dimora con rispetto.
2. Rimani vicino al Grande Spirito in tutto ciò che fai.
3. Mostra grande rispetto per i tuoi simili (rispetta soprattutto te stesso)
4. Lavora insieme agli altri per il bene di tutta l’Umanità.
5. Presta assistenza e gentilezza dovunque sia necessario.
6. Fai ciò che sai essere giusto (ma stai attento a non cadere nel moralismo)
7. Curati del benessere della mente e del corpo.
8. Dedicati a condividere i tuoi sforzi per un bene supremo.
9. Sii sempre sincero e onesto (specialmente sii sincero e onesto con te stesso).
10. Prenditi la completa responsabilità per le tue azioni.

Immagino che chiunque legga abbia regole simili a queste, sia per la propria religione sia per qualche altra denominazione religiosa […] L’unica regola che si applica a tutto questo è quella della Verità Divina: la regola dell’Amore Incondizionato! Quindi, qualsiasi cosa tu faccia, con chiunque tu sia e dovunque tu sia, pratica l’Amore Incondizionato.

Sì, lo so, posso udire le tue parole: “Ma Patricia, è difficile!” E la mia risposta è che tutto sembra difficile, fino a quando s’inizia a praticarlo.

E il segreto dell’Amore Incondizionato è la Legge della Gratitudine. Quindi inizia a camminare nella Gratitudine ed essere grato per chi sei e che cos’hai (anche se è poco). Poi, benedici tutto ciò che hai con l’Amore Incondizionato per te stesso e per ciò che possiedi.

Un’ultima cosa, ma non meno importante: ringrazia il Divino per tutto ciò che hai incontrato lungo il tuo cammino. Percorri la strada degli uomini o donne medicina: cammina seguendo le tue stesse impronte e abbraccia il tuo destino, che è la tua origine!

Vorrei concludere con un preghiera molto antica. In realtà è una benedizione degli Indiani Pueblo:

Aggrappati a ciò che è buono, anche se è un pugno di terra.
Aggrappati a ciò che credi, anche se è come un albero solitario.
Aggrappati a ciò che devi fare, anche se è una strada molto lunga rispetto a dove sei ora.
Aggrappati alla vita, anche quando è più facile lasciare perdere.
Aggrappati alla mia mano, anche quando me ne sono andato.

E io aggiungo:
Aggrappati alla consapevolezza che sei un figlio o figlia benedetto del Divino.
Aggrappati al sapere che sei connessa.
Aggrappati alla memoria di chi sei veramente!

 

Patricia Martina

Estratto dal libro Donne Medicina (Anima Edizioni)

Donne Medicina Patricia Martina
Anche e-book:
Donne Medicina (eBook) Patricia Martina

 

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook