Intervento di Erica F. Poli  al convegno Alimentazione e Anima, organizzato a Milano il 27 settembre 2015 da Anima Eventi – Con la partecipazione di Francesca Più.

Mangiare è una cosa, nutrirsi un’altra.

Al cibo diamo diversi significati, da quello della sopravvivenza a quello della socializzazione, fino a quello dell’amore.

Quando il bambino si attacca al seno, vive un piacere profondo che lo placa.

Quando mangiamo, stiamo incorporando qualcosa.

Il rapporto che abbiamo avuto con il materno influenza il nostro stesso modo di mangiare e i gusti che preferisco.

Nella vita continuamente vi sono processi in cui c’è colui che mangia e viene mangiato, e viceversa.

L’anima è un principio che non possiamo toccare, eppure quando siamo in contatto con l’anima interagiamo con il mondo materiale considerandolo come una “forma” portatrice di informazioni.

Un alimento vivo emette biofotoni, così come tutta la materia organica. L’emissione di biofotoni è influenzata da molteplici fattori.

Il cibo crudo ha una emissione massima di biofotoni rispetto a quando è cotto.

Il cibo è anche energia, rituale, trasformazione alchemica.

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook