fbpx

Il respiro dell’infinito – II

Il respiro dell’infinito è una tecnica di respirazione che aiuta a connettersi con lo spazio interiore presente dentro ciascuno di noi. Kryon ci spiega come utilizzarla. Seconda ed ultima parte.

Vai alla prima parte

Per capire che cos’è il respiro dell’infinito, per capire che cosa hai oltre il velo, è importante che tu faccia un’esperienza e possa ripetere quest’esperienza nella vita, ogni volta che tu lo desideri, perché è importante che tu sia allenato alla presenza, ma è altrettanto importante che questa presenza non sia solamente una teoria, ma sia una pratica e questa pratica possa essere sostenuta dall’esercizio di una respirazione.

Per questo motivo il respiro dell’infinito è stato dato da me al mio partner e ora verrà dato da me a voi.

Il secondo motivo è che, rimanendo nello spazio dell’infinito, potrà accadere che tu riceva in quella dimensione delle informazioni. “Parla”, forse non è del tutto corretto. Alcune volte potrai avere delle intuizioni, delle ispirazioni; altre volte potrai far sì che questa esperienza sia chiara dentro di te. Moltissime volte avrai la sensazione di aver ricevuto delle informazioni, ma non comprenderai bene che cos’hai ricevuto.

Terminata la respirazione e nel periodo susseguente al respiro dell’infinito o nei giorni successivi, ti sentirai molto ispirato; avrai molte intuizioni. Saranno queste informazioni che il tuo Corpo di Luce ha appreso a questo livello, che cominceranno a manifestarsi nella tua conoscenza e necessiteranno di un periodo d’incubazione. Necessiteranno di questo periodo d’incubazione, perché tu ricevi informazioni ad un livello e le porti nel tuo corpo fisico. Queste informazioni si devono adeguare alla frequenza del tuo fisico e, quando si sono adeguate, comincerai a prendere coscienza anche a questo livello.

Il respiro dell’infinito, come ti è stato mostrato dal mio partner all’inizio (ndr – e come verrà spiegato meglio più avanti), è un respiro che parte con un’inspirazione dal piede sinistro, che sale verso la gamba sinistra, la colonna vertebrale ed espirando scenderà nella parte anteriore del tuo corpo e scenderà nella gamba destra. Questo respiro tu lo praticherai fino a quando il tuo corpo ti segnalerà e tu sentirai che non avrai più bisogno di fare un ulteriore respiro.

Potrai fare due, tre o cinque respirazioni di questo tipo oppure quel numero che il tuo corpo richiede e la cosa incredibile è che tu sarai in una sospensione di respiro e, dopo un po’ che sarai in questa sospensione, la tua mente dirà: “Non sto respirando, sono cinque o sei minuti che non sto respirando! Eppure sono vivo!”. Inviando, col tuo permesso, parte di questa energia, si accelera il processo di comprensione nel cammino degli altri; c’è bisogno che sempre più persone, che sono nel loro cammino evolutivo, comprendano fino in fondo che cosa manca loro per riconoscersi come Esseri di Luce. Più Esseri si riconoscono, più spazio interiore a livello umano viene creato e più infinito noi andiamo a co-creare insieme.

Tra qualche istante, quando io te lo dirò, tu farai una respirazione; inizierai con un’inspirazione unica dalla pianta del piede sinistro percorrendo la gamba sinistra e salendo per la parte posteriore del tuo corpo, fino alla sommità del capo. A questo punto tu espirerai, senza nessuna pausa, e sentirai l’energia del tuo respiro scendere nella parte anteriore del tuo corpo, fino alla gamba destra e uscirà dalla pianta del tuo piede destro.

Guiderò ancora un ciclo di respirazione: inspira dal piede sinistro, gamba sinistra, parte posteriore del corpo, fino alla sommità del capo; espira, parte anteriore del corpo, gamba destra e piede destro. Ora continua in questo modo fino a quando ti accorgi che il tuo corpo smette, sospende spontaneamente il respiro, ricordandoti che, ogni volta che lo desideri, puoi fare un ulteriore respiro, fino a quando il tuo respiro resta sospeso e tu rimani  nello spazio e nel respiro dell’infinito – che si chiama in questo modo proprio perché ti connette con tutto l’infinito dell’esistenza.

E così è. Ora smetto di parlare per qualche istante attraverso il mio canale per permetterti di vivere l’esperienza: (pausa)

E ORA MENTRE SEI NELLO SPAZIO DELL’INFINITO, LASCIA CHE IO TI PARLI A QUESTO LIVELLO RICORDANDOTI CHE TU SEI IMMENSAMENTE, IMMENSAMENTE AMATO. TU SEI IMMENSAMENTE AMATO.

Ora porta la percezione di questa esperienza, di ciò che è accaduto dentro di te, nel tuo corpo fisico. Comincia ad aumentare la respirazione, rendila più profonda, più ritmica. Anche il tuo cuore comincia a tornare di nuovo più ritmico, a tornare al suo battito normale e, quando hai ripreso contatto con il tuo corpo fisico, puoi rimanere con gli occhi chiusi o riaprire gli occhi. Ora che hai vissuto questa esperienza, la puoi ripetere ogni volta che lo desideri nella tua vita: tu hai la possibilità di vincere tutti i dubbi umani, tutte le paure umane, di sentirti riconnesso alla Fonte. Ogni volta che desideri veramente tornare a casa, attraverso questa respirazione, attraverso il chiamare il mio nome nel tuo cuore, puoi tornare ogni volta che tu vuoi. E così è.

Io sono felice e le mie entità angeliche sono felici per come lavori per te, perché, mentre eri nel respiro dell’infinito, attraverso i nostri colori ci siamo riconosciuti. A questo punto, quando terminerò la canalizzazione, mi congederò da te a livello di voce, ma potrai sempre sentirmi vicino a te sia in questa dimensione umana, dove finora mi hai percepito, sia nella dimensione della trascendenza, nella quale tu oggi sei stato riportato. Riportato a connetterti con il tuo Spirito di Luce; riportato a essere connesso con il respiro dell’infinito, in questa situazione dove puoi prendere energia, dove possono arrivarti informazioni e dove ti alleni per ritornare a casa, nel modo più perfetto, più allineato possibile per te, nel momento in cui tu tornerai a casa.

Vai alla prima parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su