fbpx

Crudo di ottobre: Acque aromatizzate detox

Con l’arrivo dell’autunno, è ideale detossificare il nostro corpo. Un mezzo davvero efficace e gustoso è proprio con le acque aromatizzate.

 

Spesso si trascura l’importanza dell’acqua. Citando il noto fisico Emilio del Giudice, il nostro corpo – contando le molecole – è composto dal 99% d’acqua, e la restante percentuale è composta da molecole differenti (DNA, micronutrienti, ormoni). Già da questo dato si può capire l’importanza dell’acqua per il nostro benessere. Siamo costituiti quasi interamente da essa! Partendo da questo presupposto, bere una sufficiente quantità di acqua è fondamentale per stare bene proprio perché – oltre a essere la molecola più numerosa del nostro organismo – è quella che ci mantiene letteralmente in “vita”.

Tra le funzioni principali dell’acqua:

– attiva il metabolismo e tutti i processi biochimici che hanno luogo dentro il nostro corpo;
– si rivela indispensabile nell’avvio e svolgimento della digestione proprio perché, con la sua polarità, è un eccezionale solvente di nutrienti (vitamine, minerali, glucosio, aminoacidi) che in questo modo possono essere trasportati, assorbiti e utilizzati dall’organismo;
– ci detossifica dalle scorie che il nostro metabolismo accumula;
– equilibra la temperatura del nostro corpo;
– è in grado di garantire la giusta densità nei materiali presenti nell’intestino;
– ammortizza tessuti e articolazioni, mantenendo flessibili mucose ed epidermide.

Nel nostro corpo lo scorrere dell’acqua è continuo e, per avere un ottimale bilanciamento idrico che ci permette di essere in salute, abbiamo bisogno di introdurla dall’esterno, cosicché le uscite e le entrate siano equilibrate. Difatti, essere carenti d’acqua è molto più facile di quel che si crede e una disidratazione può compromettere le nostre facoltà psico-fisiche. Per ovviare a ciò, ci viene in aiuto la “sete”, il meccanismo che monitorizza il volume di acqua da assumere. In concomitanza alla sete, il nostro organismo controlla anche l’acqua in uscita sottoforma di sudore e diuresi.

C’è un “però”: non è detto che riconosciamo subito di avere sete! Spesso infatti sentiamo la “gola secca” quando le perdite d’acqua sono oramai state ingenti. La bocca asciutta, difatti, è solo uno dei tanti messaggi che il nostro corpo ci lancia in fase di disidratazione avanzata, ma è l’unico che noi conosciamo.

Come afferma il dott. Fereydoon Batmanghelidj nel suo splendido libro Il tuo corpo implora acqua, qualsiasi patologia al di fuori delle infezioni, ricorrente o cronica (acidità di stomaco e dispepsia in generale, mal di schiena, dolori reumatici, dolori da angina – del cuore – mal di testa, coliti, dolori alle gambe mentre si cammina, fame compulsiva) è da considerarsi una indicazione di sete da parte del nostro organismo. È quindi, a tutti gli effetti, una rivoluzione del nostro usuale punto di vista!

Arrivare a un minimo di assunzione di acqua giornaliero necessario al buon funzionamento del nostro organismo è la prima medicina della quale possiamo fare uso, con risultati davvero sorprendenti. In aggiunta, come si suol dire, provare non costa nulla. In questo caso poi, ne trarremmo esclusivamente benefici!

Le acque aromatizzate

Le acque aromatizzate sono una fusione tra le proprietà dell’acqua e quelle di verdura, frutta, spezie, erbe aromatiche, superfoods. Gli ingredienti, in base alle combinazioni “alchemiche” utilizzate, daranno benefici e sapori differenti. Lasciandoli in infusione per circa 6/8 ore (ancora meglio se per tutta la notte), l’acqua si caricherà di ulteriori e specifici nutrienti, agenti depurativi e detossificanti derivati dall’infusione con i micronutrienti dei vegetali, erbe e spezie, e – fondamentale ribadirlo – diverrà piacevolissima e gustosa da bere, senza aggiungere nessun insaporitore concentrato o zuccheri! Quest’ultimo punto è di grande importanza, soprattutto se si pensa quanto l’acqua sia spesso “evitata” per il suo gusto neutro e insapore.

Tra i benefici dell’acqua aromatizzata: aiuta a perdere peso; potenzia il metabolismo; rinforza il sistema immunitario; purifica il corpo e lava via le tossine, aiutando la funzionalità dei reni nell’eliminare le scorie tramite l’urina; mantiene la salute di tutti gli organi aumentando il senso di benessere; mantiene ossa sane e giunture lubrificate; migliora la concentrazione e le facoltà cognitive; energizza i muscoli e previene crampi e distorsioni, aiutando il recupero dopo lo sport; purifica la pelle e la rende più elastica, contrastando la formazione delle rughe; contiene più vitamine, antiossidanti e minerali dei succhi di frutta confezionati, contenendo solo gli zuccheri sani della frutta; migliora l’alito; regolarizza gli sbalzi d’umore; ottima da proporre agli ospiti; invoglia i bambini a bere più acqua; riduce la “noia” di bere l’acqua sempre uguale; fa risparmiare in bibite costose e non salutari!

Ed ecco alcune ricette di acque aromatizzate, adatte alla stagione autunnale perché spiccatamente depurative e disintossicanti.

acqua-ananasAnanas, cetriolo, limone

Per 2 litri d’acqua aromatizzata:

– ¼ di ananas sbucciato;
– 1 cetriolo grande;
– ½ limone sbucciato;
– 2 l d’acqua.

Tagliare l’ananas e il cetriolo a fettine o a cubetti. Sbucciare il limone e tagliarlo a spicchi sottili. Posizionare gli ingredienti nella brocca (o altro contenitore in vetro) pressandoli leggermente con una forchetta assieme alla menta (precedentemente strofinata con le dita).

Aggiungere l’acqua, mescolare e lasciare riposare in frigo almeno 4 ore.

Si può filtrare con un colino prima di assumerla.

 

Kiwi, finocchio, origano

Per 2 litri d’acqua aromatizzata:

acqua-kiwi– 2 kiwi maturi;
– ½ finocchio grande (o 1 piccolo);
– 30 g di origano;
– 2 l d’acqua.

Tagliare il finocchio a fettine sottili e i kiwi a cubetti o a piccole fette.

Posizionare gli ingredienti nella brocca (o altro contenitore in vetro) pressandoli leggermente con una forchetta, assieme all’origano (precedentemente strofinato con le dita).

Aggiungere l’acqua, mescolare e lasciare riposare in frigo almeno 4 ore. Si può filtrare con un colino prima di assumerla.

 

Arancia, sedano, liquirizia

acqua-aranciaPer 2 litri d’acqua aromatizzata:

– 1 arancia;
– 1 costa di sedano;
– 1 radice di liquerizia;
– 2 l d’acqua.

Sbucciare e tagliare l’arancia a fettine sottili e la costa di sedano a cubetti.

Posizionare gli ingredienti nella brocca (o altro contenitore in vetro) pressandoli leggermente con una forchetta, assieme alla radice di liquerizia leggermente incisa.

Aggiungere l’acqua, mescolare e lasciare riposare in frigo almeno 4 ore. Si può filtrare con un colino prima di assumerla.

 

Mela, finocchio, zenzero

Per 2 litri d’acqua aromatizzata:

acqua-mela– 1 mela grande;
– ½ finocchio;
– qualche centimetro di radice di zenzero fresco (o ½ cucchiaino di zenzero in polvere);
– 2 l d’acqua.

Tagliare a fette sottili la mela privata del torsolo (e della buccia se da agricoltura convenzionale). Tagliare finemente il finocchio. Sbucciare la radice di zenzero e tagliarla a fette sottili.

Posizionare gli ingredienti nella brocca (o altro contenitore in vetro) pressandoli leggermente con una forchetta.

Aggiungere l’acqua, mescolare e lasciare riposare in frigo almeno 4 ore. Si può filtrare con un colino prima di assumerla.

Queste e tante altre ricette si trovano anche nel mio libro, prossimamente disponibile con Macro Edizioni, Acque Aromatizzate – Per vivere in ottima salute con le acque naturali e fatte in casa.

Francesca Più

 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su