fbpx

Crudo di settembre: Spiedini di fruttortaggio

Settembre ci offre in cucina materie prime deliziose, con le quali preparare ottimi piatti come i buonissimi spiedini di fruttortaggio al paté di noci e pomodori secchi ideati da Francesca Più.

 

Settembre, con la sua promessa di riposo, porta con sé la conclusione di un ciclo… e materie prime meravigliose! In questo mese ci sarà l’ultima occasione per gustare appieno i fruttortaggi di stagione, ovvero zucchine, cetrioli, melanzane, pomodori, peperoni…

Il nome “fruttortaggio” è l’etimo più corretto per definire certi tipi di ortaggi che in realtà sono frutto. Questi ortaggi, avendo semi, dovrebbero far parte della famiglia della frutta, ma sono riconosciuti da sempre come ortaggi, date le specifiche in micro e macronutrienti distanti dalla frutta che si intende nel gergo comune.

In questa ricetta abbineremo una preparazione di fruttortaggi a un ottimo paté di noci e pomodori secchi. Ci tengo a specificare che l’origine della parola “paté” è francese e non ha a che fare con alcun tipo di animale, né tantomeno con la splendida anatra! L’etimo deriva dall’antico “pasté”, ovvero un composto di farina. Pertinente, quindi, utilizzare questo termine per composti vegetali.

Ed ecco la ricetta… naturalmente semplicissima, gustosa e nutriente!

Spiedini di fruttortaggio al paté di noci e pomodori secchi

Ingredienti

– 1\2 melanzana tagliata a fette sottili con la mandolina dalla parte lunga, e marinata una notte nel succo di un limone (oppure, facoltativo, con olio e un pizzico di sale integrale)
– 1 zucchina
– 10 pomodori secchi ammollati
– 30 grammi di noci ammollate
– Una manciata di germogli di girasole (o erba cipollina)
– 1 cucchiaio di tahina
– Succo di limone q.b.

Procedimento

Tagliare la zucchina a fette sottili dalla parte lunga con una mandolina, e lasciarla marinare in poco succo di limone (oppure, facoltativo, con un filo d’olio e un pizzico di sale integrale). Sciacquare le fette di zucchina e quelle di melanzana dal liquido di marinatura, e asciugarle con un canovaccio.

Tritare le noci ammollate con i pomodori secchi e i germogli di girasole, fino a ottenere la consistenza di un paté. Se si preferisce una consistenza più cremosa, si può aggiungere un cucchiaio di tahina e poco succo di limone.

Spalmare il paté ottenuto sulle fette di zucchina e melanzana (precedentemente preparate nel modo indicato), e avvolgerle a mo’ di involtino.

Francesca Più

P.S. Vi ricordo che potete trovare una versione più “igienista” di questa ricetta nel mio libro Spaghetti Vegetali.

crudo-settembre

 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su