fbpx

3. Accedere alle risorse interiori

 

Affrontiamo insieme alla dott.ssa Erica F. Poli questo periodo di emergenza durante il Coronavirus.

Tra i videocorsi della dott.ssa Poli, oggi ti segnaliamo “Jung – Opera al Rosso“. Esperienze di trasformazione con il Libro Rosso di Jung.

 

Questo è il video numero 3 di una serie di 14, dedicata al tema “Ben-Essere nell’emergenza”.

Vai al video 4

Ricomincia dal video 1

 

Mai come in questo momento siamo messi a contatto con il nostro mondo interiore. In genere la nostra esistenza è estrovertita, rivolta all’esterno. Ora, invece, dobbiamo stare all’interno.

Per stabilizzare il campo interiore dobbiamo cercare le risorse che abbiamo dentro di noi, risorse che in qualche modo sono sempre presenti.

Chiudiamo gli occhi, se vogliamo, e richiamamo una esperienza in cui ci siamo sentiti al sicuro o un luogo immaginario dove ci sentiamo rilassati e protetti. Caliamoci in queste sensazioni il più possibile.

Mantra da usare: “Riesco a essere presente e riesco a preservare una condizione di calma, anche in un campo che percepisco come ostile o teso”.

Segniamoci su un foglio tutte le risorse che man mano ci vengono in mente: immaginare di visitare una spiaggia quando sarà possibile spostarsi, collegarsi all’amore verso i propri figli, ricordarsi i momenti belli vissuti nel passato e così via.

Ognuno di noi ha le sue risorse. Più ne prendiamo nota e più ce ne verranno in mente.

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/come-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

1 commento su “3. Accedere alle risorse interiori”

  1. E’ sempre piacevole e utile ascoltarla dott. Poli. In questo momento traumaticol’ansia spesso si fa sentire alterando la nostra fisiologia, viene fuori l’ipertensione , il mal di testa; saper ricorrere alla gestione dell’ansia è di fondamentale importanza , perchè se si riesce a farsi scendere la pressione da soli, rilassandoci, questo meccanismo serve da rinforzo e si riverbera come avviene nel corto circuito opposto che genera i sintomi.
    in attesa di altre pillole…grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook

Torna su