Spazio Nero-Avorio

C’è un universo nascosto nei contrari e negli opposti; esso si svela nel moto dell’accorgersi e diventa tutto d’un tratto meraviglia.
Ci siamo persi nel semplicistico e nelle parole usate a caso, ci siamo immersi in programmi assurdi che non ci attrezzano al nuovo e al miracolo. Ci siamo confusi e dispersi nelle trame delle parole.
Se è vero il vero, lo è anche il suo contrario… Monia nel meraviglioso mondo delle contraddizioni.

Monia Zanon

Monia Zanon

36. COSA DESIDERA L’ANIMA?

Tutti vogliamo essere felici… ma poi, quando qualcuno ci chiede cosa ci faccia felici, finiamo per fare grandi giri di parole, che spesso portano a cose, e non a effettivi stati d’animo.

Occorre allora scavare bene dentro, e senza raccontarsela troppo arrivare al nocciolo della questione. In realtà gran pochi di noi sono pronti a chiedersi cosa desideri la propria anima.

Ma cosa desidera l’anima? Tanto più ricerchiamo risposte e indaghiamo su tali argomentazioni, più scopriamo che non esistono risposte, almeno nei luoghi della propria mente.

L’anima desidera tornare più ricca di quando è arrivata, questo di sicuro. Spesso ci occupiamo dei “quando”, invece sta qui l’errore poiché ci si dovrebbe curare dei “perché”.

… Perché?

– “Perché ho ottenuto proprio quello che volevo e non sono ancora felice? Perché?”
– “Perché quando sono innamorato non sento più quello strano malessere che non riesco a identificare? Perché?”
36– “Perché quando so fare bene qualcosa, non sempre si tratta di qualcosa che faccio poi per vivere? Perché?”
– “Perché inseguo la felicità e sembra che sia un viaggio destinato ad altri incontri? Perché?”
– “Perché se la fettina imburrata deve cadere, cade di sicuro dalla parte imburrata? Perché?”
– “Perché arrivo sempre a nove e mai a dieci? Perché?”
– “Perché nonostante il mio sforzo non vengo riconosciuto per il mio effettivo valore? E perché se devono fare le ferie anticipano sempre chi ha famiglia, quando dovrebbero capire che i single ne hanno più bisogno perché più frustati? Perché?”

Non abbiamo la minima idea di quale sia la risposta ai nostri “perché”, davvero molto importanti per placare l’antica nostalgia che ci tormenta dalla nascita… eppure perdiamo tempo sui “quando”.

– “Quando andrò in pensione finalmente sarò libero di fare questa cosa che mi piace tanto… magari comincerò a viaggiare, visto che non sono mai stato da nessuna parte”.
(Magari poi ti ammali e le vacanze le fai in clinica…)

– “Quando mi licenzierò da questo posto canterò le mie ragioni e allora mi sentirò bene e sarà fatta giustizia”.
(Ma intanto magi pane e fiele!)

Viandante, accorgiti! È un imbroglio! Occupiamoci dei “perché”!!!

Mercoledì in Libreria Esoterica (Milano, Galleria Unione 1 angolo Piazza Missori) alle ore 19.30 continuiamo il viaggio con “Progetto Anima”: Serata sui desideri. Portateli con voi! Cercheremo insieme i “perché” e magari anche i “perché no?”!

21/02/11

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook