Spazio Nero-Avorio

C’è un universo nascosto nei contrari e negli opposti; esso si svela nel moto dell’accorgersi e diventa tutto d’un tratto meraviglia.
Ci siamo persi nel semplicistico e nelle parole usate a caso, ci siamo immersi in programmi assurdi che non ci attrezzano al nuovo e al miracolo. Ci siamo confusi e dispersi nelle trame delle parole.
Se è vero il vero, lo è anche il suo contrario… Monia nel meraviglioso mondo delle contraddizioni.

Monia Zanon

Monia Zanon

37. IL BENEFICIO DELLA CRISI

L’io ha bisogno di liberarsi da tutto ciò che è superfluo.

Egli si modifica continuamente nel corso della vita della persona attraverso un sistema complesso chiamato “crisi”. Ogni volta che l’essere entra in questo programma si sconnette dal vecchio modo di procedere e tutto viene a modificarsi: tutto di sé e del suo mondo cambierà di conseguenza, e spesso se ne accorgono prima gli altri di noi.

Dopo la crisi l’io cambia, dopo il buio ci si sente più felici, e questo avviene perché senza saperlo si è fatto un notevole passo in avanti verso la scala evolutiva della nostra vita.

Questo processo si muove a scalini, queste scale sono fatte di esperienze. Funziona così e in questo tutto è perfetto e magnifico… nel suo offrirci la prova, la crisi, la soluzione, la risalita, la gioia di avercela fatta.

Sono stadi che vanno riconosciuti e onorati per ciò che sono: evoluzioni animiche.

È necessario allenarsi a questa comprensione.

1/03/11
37. IL BENEFICIO DELLA CRISI

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook