Spazio Nero-Avorio

C’è un universo nascosto nei contrari e negli opposti; esso si svela nel moto dell’accorgersi e diventa tutto d’un tratto meraviglia.
Ci siamo persi nel semplicistico e nelle parole usate a caso, ci siamo immersi in programmi assurdi che non ci attrezzano al nuovo e al miracolo. Ci siamo confusi e dispersi nelle trame delle parole.
Se è vero il vero, lo è anche il suo contrario… Monia nel meraviglioso mondo delle contraddizioni.

Monia Zanon

Monia Zanon

39. 11 MARZO 2011: E’ URGENTE CAMBIARE

Per avere successo in un nuovo campo, per scoprire un talento ancora non utilizzato, o sperimentare qualcosa che ancora non si sa di saper fare, bisogna prima essere disposti a fallire.

Quando un bambino piccolo sta per prepararsi a muovere i primi passi nel mondo delle forme, ha già fatto prima un gran lavoro di soppesi e misurazioni varie. A un certo punto, quando finalmente decide che è tempo (e questo può accadere anche se fino a un secondo prima non era per nulla deciso ), ecco che va! Ma questa sua decisione ha dell’ardito che noi adulti non valutiamo, poiché egli sa che potrà cadere ma, nonostante ciò, sente spingere il desiderio che gli dice: “Coraggio, è tempo di rischiare!”.

Caro viandante, è tempo per te di prendere bene le misure, soppesare tutti i pro e i contro, e poi decidere, come il bimbo, che non c’è altra scelta che non sia proseguire nella via del cambiamento.

I disastri che stanno accadendo nel mondo ci mostrano l’urgenza del cambiamento da parte di tutti noi, anche il tuo! Nuovi modi di procacciare energia, nuovi metodiche di costruzione, più in linea con l’ambiente e le sue necessità, che sono chiaramente diventate le nostre di urgenze!

Essere sordi e ciechi al cambiamento non servirà che a peggiorare una situazione già precaria. Nuovi sistemidevono essere messi in moto, metodi che potranno essere rivalutati se giudicati scadenti. Rimanere nel vecchio sistema ci farà molto, molto, davvero molto, male.

Accorgiamoci!

15/03/11
39. 11 MARZO 2011: E' URGENTE CAMBIARE

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook