Spazio Nero-Avorio

C’è un universo nascosto nei contrari e negli opposti; esso si svela nel moto dell’accorgersi e diventa tutto d’un tratto meraviglia.
Ci siamo persi nel semplicistico e nelle parole usate a caso, ci siamo immersi in programmi assurdi che non ci attrezzano al nuovo e al miracolo. Ci siamo confusi e dispersi nelle trame delle parole.
Se è vero il vero, lo è anche il suo contrario… Monia nel meraviglioso mondo delle contraddizioni.

Monia Zanon

Monia Zanon

46. LA TECNOLOGIA INTERIORE

46

Eccoci, viandante, in un momento molto speciale per l’evoluzione dell’uomo.

Il percorso dell’uomo passa per gradini intermedi che salgono verso l’elevazione del suo essere. Si tratta di fasi molto particolari che accendono la tecnologia interiore.

Esistono in corrispondenza, infatti, tanti sensi interni quanti ne esistono fuori; per ogni udito esiste una chiaro-udienza, per ogni vista esterna abbiamo la possibilità di attivare la pre-visione o chiaro-visione, per ogni olfatto esterno ce n’è uno interno che sente in modo molto diverso, più sottile e cinestesico, cioè associato anche a colori, suoni, forme ecc.

Con l’attivazione di queste facoltà noi potremmo riuscire a percepire un esterno differente, tutto ciò che vedremmo in questo modo andrebbe a cambiare di significato, sfoderando nuovi modi di percezione del tutto unici per chi osserva.

Potremmo arrivare così a vedere una persona con la meta-visione e da qui ne può scaturire un colore, un suono a essa abbinato, con gironi di luce che possono portarci informazioni su come valutare questa persona, come aiutarla se serve, come integrarci meglio con le sue peculiarità.

Tutto questo è solo un assaggio di ciò che accade quando si attiva la tecnologia interiore, che non sarà affatto appannaggio di quella esteriore.

Buon ascolto!


Video tratto dalla presentazione del mio libro Sincronicità. Ogni cosa che non sai può essere usata contro di te. Manuale di attivazione sincroniche per l’anima. Anima Edizioni.
Conferenza tenuta a Treviso il 27 aprile 2011.

Si ringrazia il “Centro Studi Hermes” per l’organizzazione e l’apertura di cuore.

3/05/11

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook