Spazio Nero-Avorio

C’è un universo nascosto nei contrari e negli opposti; esso si svela nel moto dell’accorgersi e diventa tutto d’un tratto meraviglia.
Ci siamo persi nel semplicistico e nelle parole usate a caso, ci siamo immersi in programmi assurdi che non ci attrezzano al nuovo e al miracolo. Ci siamo confusi e dispersi nelle trame delle parole.
Se è vero il vero, lo è anche il suo contrario… Monia nel meraviglioso mondo delle contraddizioni.

Monia Zanon

Monia Zanon

87. PIRAMIDI IN BOSNIA

Amici, questa volta vi porto con me in Bosnia, dove sono stata i primi di gennaio 2012. L’esperienza che ho potuto fare con un gruppo di amici e ricercatori ha del magnifico: si tratta di piramidi, più grandi di quella di Cheope e più antiche, con un segreto che va ben oltre la comprensione dei geroglifici.

Queste strutture sono collegate da cunicoli, tenuti nascosti lasciando cadere dentro del materiale naturale. Ben camuffate da montagne, queste piramidi hanno capacità terapeutiche straordinarie. Non sono ancora state visitate per attesa dei permessi, ma già nei cunicoli che collegano le strutture si può notare l’assoluta mancanza di animali, dovuta a delle interferenze di ultrasuoni emanati da dei monoliti. Si tratta di ceramiche create dall’uomo, da una civiltà che viveva allora. Queste ceramiche sono ora sottoposte a studi per la straordinarietà dovuta non alle forme o ai decori, ma alla capacità terapeutica che emanano.

Nell’intento che questo video risvegli la voglia di saperne di più, vi lascio al racconto delle nostre guide Damir Sturman, ricercatore, Ines Damianjc, Traduttrice e Haris, membro dello staff di ricercatori che attualmente si occupano di studiare il fenomeno.

Buon viaggio!

p.s. Ringraziamo Erik alla camera da presa, che con tanta pazienza, nei ritagli di tempo, ha reso agibile questo video, tratto in condizioni di scarsissima luce e in cunicoli a volte poco fluidi. Grazie Erik!

 

https://vimeo.com/41427847

7/05/12

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook