Il Percorso "Endoterico"

La Via Interiore alle Dimensioni Cosmiche

Conoscere la verità sul passato, vivere consapevolmente il presente, determinare con fiducia il futuro: ecco quello che ognuno di noi può fare per se stesso e per la libera evoluzione della Coscienza Umana.

La definitiva realizzazione va cercata nel profondo di sé stessi: i riferimenti e i valori più autentici vanno trovati e maturati individualmente, nella riscoperta del proprio sentire e della propria identità reale.
Il lavoro su di sé attraverso logiche rinnovate, coerenti scelte di vita e una prospettiva di crescita finalmente autonoma, indipendente ed autodeterminata, sono la chiave di accesso a questa potenziale Nuova Era di emancipazione e consapevolezza.

Il Percorso “Endoterico” è la mia proposta per percorrere l’unica vera Via:
la propria!

Carlo Dorofatti

Foto_CD

01. IL PERCORSO ENDOTERICO ATTRAVERSO… L’ARCHEOLOGIA MISTERIOSA!

Il Percorso Endoterico si compone essenzialmente dei seguenti tre aspetti, da intendersi come tra loro perfettamente integrati.

1 – Aspetto Culturale (Conoscenza)

2 – Aspetto Mistico (Etica di Vita)

3 – Aspetto Operativo (Esplorazione)

Attraverso questo Video-Blog e la mia collaborazione con il Gruppo Anima, andrò a proporre, tramite post, brevi filmati e presentazioni, una serie di contenuti – in forma divulgativa – che ci permetteranno di meditare su noi stessi prendendo spunto da diversi temi: dalla moderna fisica alle medicine tradizionali, dai temi di attualità più controversi e provocatori all’ufologia, dalla magia alla mistica, dalle cronache esoteriche all’archeologia misteriosa. Ed è proprio da quest’ultimo filone della ricerca umana che muoviamo i primi passi del nostro percorso.

Dal punto di vista dell’indagine antropologica ed archeologicapossiamo tirare un po’ le somme stabilendo i seguenti punti di partenza:

1. Probabilmente non ne sappiamo molto in merito al nostro lontano passato;

2. La nostra origine è di gran lunga più antica e misteriosa di quanto impariamo a scuola;

3. Il Darwinismo evidentemente non basta: il creazionismo e l’evoluzionismo devono trovare, in qualche modo, nuovi nessi e punti di incontro;

4. Forse la nostra origine non è terrestre, o non solo terrestre, oppure, semplicemente, abbiamo bisogno di unanuova logica per considerare e comprendere i nostri antenati e la nostra storia;

5. Una qualche interferenza dall’esterno, o dal profondo – ovvero dal punto di vista ufologico oppure spirituale – va certamente considerata, anche attraverso le figure del Mito.

Il fatto è che si parla di archeologia, di piramidi, di stelle e di misteri del passato, di importanti prove e scoperte, di interpretazioni alternative, di antiche e misteriose civiltà: tutto questo è davvero fantastico ed estremamente stimolante.

E… quindi? Sono convinto che abbiamo bisogno davvero di una nuova consapevolezza e di nuove logiche. Abbiamo bisogno di nuove domande. Di impiegare il lato destro ed il lato sinistro della nostra mente per accedere a nuove possibilità esplorative ed interpretative.

Serve un nuovo approccio per conoscere e capire la realtà, attraverso il quale l’essere umano possa recuperare un pieno controllo delle sue proprie facoltà e dell’esistenza intera. Un approccio attraverso il quale interagire con il soprannaturale e con tutte le possibili dimensioni della realtà, che sia sempre “qui e ora”, attorno a noi, dentro di noi.

La chiave per comprendere ciò che è “lontano” nello spazio così come nel tempo è certamente dentro di noi. La “verità” non è… “là fuori” (come si dice nel film “X-Files), ma “qui dentro”! Questo è il punto.

8/04/10
01_camb2012

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook