Punti di Vista

Il v-blog della redazione di Anima.TV

Ci sono tanti modi di guardare alla realtà, tanti “punti di vista” e da ognuno di questi pensiamo che ci sia sempre qualcosa da imparare… Grazie di essere arrivati fino a qui e buon viaggio!

La Redazione anima.tv

Foto-Redazione-Occhi

146. I CIBI CHE RINFRESCANO

In questi giorni abbiamo avuto un assaggio del caldo afoso che spesso ci viene a trovare d’estate. Un modo per affrontare la situazione è attraverso l’alimentazione. Ci sono dei cibi, infatti, che aiutano l’organismo a rinfrescarsi e altri, invece, che provocano un maggior senso di calore. Tra quest’ultimi, a sorpresa, vi è anche il gelato! Vediamo il perché…

 

La sera uscite a prendere aria e pensate di rinfrescarvi con un gelato o una birra ghiacciata? Errore. Non c’è niente di peggio per fare aumentare la temperatura del corpo. Per restare belli freschi meglio scegliere vegetali e cibo speziato, evitando anche i cereali. “I cibi freddi vengono percepiti come ‘raffreddanti’ e infatti è così mentre li mangiamo, o li beviamo, esattamente come accade quando ingeriamo spezie. A differenza del cibo piccante però, alcuni cibi freddi finiscono – poco dopo l’assunzione – per aumentare notevolmente la nostra temperatura corporea” ha spiegato a Time Barry Swanson, professore esperto di alimentazione alla Washington State University.

IL GELATO
È ricco di grassi, e digerirlo ci riscalda. “Grassi, proteine e carboidrati (tutti presenti nel gelato) ci riscaldano non appena inizia la digestione – ovvero pochi minuti dopo averlo terminato – semplicemente perché abbiamo bisogno di una buona dose di energia per assimilarlo” continua Swanson. Farsi un gelato a pranzo ha dunque senso come farsi una bella corsa al parco: poi vi farà sudare di brutto. Tra l’altro, i grassi sono noti per muoversi molto lentamente attraverso il sistema digerente, quindi la sensazione di calore sarà particolarmente persistente. “Richiedere energia al sistema – che si tratti di digerire o sollevare pesi – porterà calore”.

I CEREALI INTEGRALI
Anche se non riscaldano quanto i grassi, i cereali complessi, specie se integrali, meglio lasciarli a giorni meno bollenti. Quindi dite no alla classica insalata di riso freddo: servono troppe energie per digerirla.

BIRRA E ALCOLICI
È noto ma meglio ricordarlo: l’alcol tende a disidratarci. Per via di quel processo noto come vasodilatazione, causato dall’ingrossarsi delle vene, il nostro corpo diventa rosso e la pelle si surriscalda. “I capillari del viso diventano evidenti e la sensazione immediatamente successiva è il calore” spiega Swanson. Chiaramente il tutto avviene in proporzione alla quantità di alcolici consumata. Se fa molto caldo, vi può aiutare scegliere una radler o una panaché, come fanno tedeschi e francesi in questi casi: è un drink più leggero, fatto di birra e gassosa.

ANGURIA E VEGETALI
I vegetali hanno zuccheri semplici che calmano la fame, e tantissima acqua che ci rinfresca e allontana la sensazione di calore. Più sono ricchi di acqua, più ci faranno stare meglio. L’anguria terrà quindi bassa la temperatura del nostro corpo, come del resto tutta la frutta e la verdura, fatte d’acqua per un buon 85-95%. “Digestione semplificata significa meno energia e quindi meno calore”.

SPEZIE
È verissimo, i cibi piccanti ci rinfrescano ed è per questo che sono tanto diffusi nei Paesi tropicali. C’è tuttavia da dire che ci rinfrescano grazie al fatto che tendono a farci sudare: il raffreddamento avviene per evaporazione. Possono quindi essere controindicati se per voi sudare rappresenta un problema. Certamente, raffreddandoci senza che il nostro corpo abbia prodotto calore, avviene un reale effetto benefico: ben diverso dal sudore che arriva dopo qualche birra. “Le spezie ingerite in un corpo a riposo abbassano la temperatura e ci fanno stare bene, sicuramente più freschi” conclude Swanson.

Articolo di Michela Dell’Amico per life.wired.it

21/06/13
146rb

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook