Diventa un Genio

Essere un genio è alla portata di tutti, perché tutti abbiamo una mente con infinite capacità: bisogna solo avere il “libretto” di istruzioni e imparare a usare la nostra mente al suo meglio. Qui, si considera l’apprendimento non più come un “deposito-e-ricordo”, ma come un processo attivo, divertente, coinvolgente, dove si stimolano entrambi gli emisferi per ricordare, leggere, apprendere con estrema facilità e a lungo nel tempo.

Alberta Cuoghi

Alberta Cuoghi

12. INTELLIGENZA PERSONALE

L’Intelligenza Personale è forse l’intelligenza più importante, perché riguarda l’unica persona con cui trascorriamo ogni istante della nostra vita: noi stessi.

YOGAQuesta intelligenza riguarda la conoscenza e la soddisfazione di sé e consiste nella comprensione di se stessi, in un modello (o una mappa) valido e sincero di sé, e nella capacità di imparare partendo da tale consapevolezza. Se si possiede un’Intelligenza Personale sviluppata, ci si sente perfettamente a proprio agio con se stessi e si riesce a superare quasi ogni tipo di problema personale.

L’Intelligenza Personale, oltre a essere uno dei fondamenti per lo sviluppo dell’Intelligenza Sociale e Spirituale, indica che siete in grado di gestire le vostre reazioni agli eventi, e non lasciate che gli eventi vi controllino in modo poco appropriato e autolesionista. I segnali di un alto livello di Intelligenza Personale comprendono sapere dove state andando, saper godere della vostra compagnia quanto di quella degli altri, essere impegnati nel continuo sviluppo di voi stessi e in genere saper gestire bene la vita.

Esempio per capire meglio:

Siete in auto e state andando al lavoro. Arrivate ad un incrocio e, allo scattare del verde, arriva improvvisamente un’auto da destra che non ha rispettato le normali regole del Codice della Strada.

La normale reazione che potreste scegliere di avere, potrebbe essere fare dei gestacci, insultare, suonare il clacson, fare considerazioni poco positive, ecc.

Quello che a volte non si fa è di considerare possibili alternative, non solo sul come reagire, ma anche sul perché accadono certe cose.

Ad esempio è abbastanza evidente che, dal punto di vista del reale impatto sulla vostra vita, l’episodio non merita quasi la vostra considerazione. In più, se ipotizzate che l’altro conducente abbia avuto reali motivi per comportarsi così (ad esempio si sentiva male e stava correndo all’ospedale, oppure ha appena scoperto che sta per diventare papà, oppure l’acceleratore si era bloccato, ecc.) ecco che la nostra reazione potrebbe essere diversa.

Vi sarete accorti che le reazioni normali a ciò che succede nell’ambiente che ci circonda sono dovute all’abitudine emotiva, e di solito si basano su una conoscenza incompleta dei fatti. Soprattutto, le reazioni sono una questione di scelta.

Infuriarsi quando qualcosa accade è una reazione a un evento, ma non è l’unica possibile. L’individuo dotato di un alto livello di Intelligenza Personale prenderà in considerazione le possibili opzioni e poi sceglierà la reazione più appropriata e positiva. Nello stesso modo gestirà i rapporti con colleghi difficili, costruirà amicizie sulla base della comprensione, affronterà ogni situazione in cui ci si sente «provocati», aiuterà i figli a comprendere le proprie rabbie, giustificate o meno, e a gestirsi.

L’individuo che non ha sviluppato un’Intelligenza Personale sprecherà tempo ed energia rimanendo «vittima» delle circostanze, e ostaggio impotente della propria abitudine al pensiero negativo.

La scelta sta, letteralmente, a voi.

Colui che è dotato di un alto tasso di Intelligenza Personale è normalmente considerato una persona che pensa positivo. È importante sottolineare che questo non significa andare in giro sorridendo e dicendo che tutto è meraviglioso! Vuol dire considerare ogni situazione, indipendentemente dalla sua gravità, cercando di trovare il modo migliore per gestirla.

MOHAMMED ALI’

MOAMEDMohammed Ali, uno dei più grandi sportivi del ventesimo secolo, ha un’enorme fiducia in se stesso. La sua convinzione di essere «il più grande» non lo ha sorretto soltanto negli incontri di boxe, ma ha anche minato la sicurezza dei suoi avversari, perché ci credevano anche loro! Anche oggi, pur essendo affetto dal morbo di Parkinson, conserva la stessa fiducia personale, e rifiuta di considerarsi vittima dei cedimenti del corpo.

«Sono felice e soddisfatto», ha dichiarato in un’intervista. «Pensate a tutte le opportunità che ho avuto, a tutto ciò che mi è stato dato. Il Parkinson è solo un’altra battaglia. Non preoccupatevi per me, sto bene.»

Un mirabile esempio di Intelligenza Personale!

Avere un’Intelligenza Personale non significa non poter mai esprimere la rabbia. Al contrario!!!! Significa avere la piena libertà di esprimere le emozioni (sempre nel rispetto di chi ci sta intorno, essendo alla fine una nostraquestione), sapendo che in certe situazioni sono espressioni del tutto appropriate e sane dei sentimenti, pur riconoscendo che non è sempre così.

Ormai, vi sarete resi conto che l’Intelligenza Personale è un elemento fondamentale della cosiddetta «Intelligenza Emotiva». Dovreste inoltre avere capito che, sviluppando l’Intelligenza Personale, svilupperete anche l’Intelligenza Sociale, esercitando e migliorando al tempo stesso la vostra Intelligenza Creativa.

Ora che abbiamo scoperto l’Intelligenza Personale, siamo pronti per un Workout del Cervello molto divertente e stimolante! Se desideri sviluppare ed esercitare questa nostra eccezionale intelligenza, ho preparato 15 ESERCIZI e un TEST per valutare lo stato attuale e naturalmente i progressi post-esercizi.

Lo trovate nel mio sito: WWW.ENJOYITALIA.ORG, nella categoria “RISORSE” sotto “ARTICOLI”, e il nome è:“WORKOUT INTELLIGENZA PERSONALE”.

Buon divertimento!

7/01/09

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook