Punti di Vista

Il v-blog della redazione di Anima.TV

Ci sono tanti modi di guardare alla realtà, tanti “punti di vista” e da ognuno di questi pensiamo che ci sia sempre qualcosa da imparare… Grazie di essere arrivati fino a qui e buon viaggio!

La Redazione anima.tv

Foto-Redazione-Occhi

202. IL CERVELLO DEL PROCRASTINATORE

Vi trovate spesso a fare le cose tutte insieme e all’ultimo minuto, solo quando si sono trasformate in urgenze? Allora avete il cervello del procrastinatore.

C’è differenza tra il cervello di un procrastinatore e quello di un non procrastinatore? Ebbene sì. Entrambi hanno dentro un centro razionale per prendere le decisioni, ma il cervello del procrastinatore ha in più una “scimmia per la gratificazione immediata“.

Cosa vuol dire questo per un procrastinatore? Significa che tutto va bene, finché succede che arriva il momento di mettersi al lavoro.

A questo punto il centro razionale prende una decisione pratica per fare qualcosa di produttivo, ma alla scimmia l’idea non piace, così prende il controllo e dice: “Leggiamo invece tutta la pagina di Wikipedia sullo scandalo Nancy Kerrigan/ Tonya Harding, solo perché me ne sono appena ricordato…  Poi, andiamo al frigo a vedere se c’è qualcosa di nuovo rispetto a 10 minuti fa. Dopo di che, facciamo un giro su YouTube iniziando con video di Richard Feymann che parla di magneti e finendo molto, molto più tardi guardando le interviste alla mamma di Justin Bieber. Ci vorrà un po’, quindi, non ci sarà veramente tempo per lavorare oggi. Peccato”.

La scimmia non sembra essere il tipo che volete al timone. Lei vive interamente nel presente. Non ha ricordo del passato e nessuna concezione del futuro, e le interessano solo due cose: il facile e il divertente. Nel mondo animale, questo va bene. Se siete un cane e passate tutta la vita a fare solo cose facili e divertenti, siete uno di successo…

Se invece siete un essere umano e fate solo quello che vi dice la scimmia, finite nel parco giochi oscuro“, un posto che tutti i procrastinatori conoscono bene. È dove si fanno le attività di svago in quei momenti in cui non si dovrebbero fare. Il divertimento nel parco giochi oscuro non è puro divertimento, perché non è guadagnato. Nell’aria c’è senso di colpa, paura, ansia, odio per se stessi… tutti sentimenti del buon procrastinatore. E la domanda è: in questa situazione, con la scimmia al timone, come fa il procrastinatore a riprendere la guida della situazione?

Ce ne parla Tim Urban, blogger e scrittore, in questa video-conferenza dedicata alla procrastinazione:

Redazione Anima.TV

Fonte: www.ted.com

4/10/16
202-scimmia

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook