Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

26. UCCIDERE IL LEONE DI NEMEA

21/02/17

 

La Prima Fatica di Eracle coincide con il percorso del primo chakra che richiama il radicamento nella materia. Le prime esperienze dell’essere umano riguardano infatti gli istinti e gli impulsi che deve incanalare trasmutandoli.

Eracle deve affrontare il Leone di Nemea e portarne la pelle a Euristeo come prova della riuscita dell’impresa. Il Leone di Nemea è un mostro terrificante e invulnerabile. Eracle prova a ferirlo in più occasioni, ma senza alcun esito.

Spiando il Leone, scopre che la sua tana ha due uscite. Chiude una delle due uscite con dei massi, e si apposta sull’altra uscita. Quando il leone si imbatte in lui, si svolge una lotta epica ma alla fine la belva viene sconfitta.

Eracle si riveste della pelle del Leone a simboleggiare la trasformazione dell’istinto nella capacità combattiva di affrontare la realtà. Il primo passo della coscienza è dunque incanalare le energie primarie, senza lasciarsi travolgere da esse né reprimendole, bensì per padroneggiarle al fine di affrontare l’avventura della vita.

Nella prossima puntata del v-blog parleremo della Seconda Fatica che dovrà affrontare Eracle.

 

1LeoneNemea

 

Cesare Peri

Libro-Colori-Peri     Libro-Interpretare-Mito-Peri

 ..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lascia un commento con Facebook