Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

Anno: 2012

23. PARLARE CON GLI ANIMALI

Nel viaggio della meravigliosa esperienza della connessione gioiosa con il pianeta Terra, un fattore per me importante è lasciarsi inebriare dal “dialogo” e dalla comunicazione con il mondo degli animali, facendo lievitare dentro me stessa tutta la parte infantile (ma consapevole) di una comunicazione fatta solo con i loro suoni e versi, e necessariamente vissuta con un’energia sgombra della mente e facendo imperare la forza comunicativa del cuore!

Provare a parlare veramente con gli animali è un’occasione per tornare bambini profondamente, cercando nella nostra pancia il modo e la via per farci capire mentre proviamo a emettere i loro stessi suoni… accresciamo così le nostre percezioni sensoriali, attraverso una mente rilassata e incondizionata.

Questa stravagante emozione di riuscire a comunicare realmente attraverso l’emissione di un suono strano e illogico, contribuisce a rendere libera ed elastica la mente, e sviluppa la capacità di sapersi prendere in giro mentre si provano a emettere gli innumerevoli versi degli animali.

Questa esperienza avviene a livello del quinto chakra, quello della comunicazione, e ci può aiutare a creare un reset psicoemotivo di liberazione della mente e di pulizia del suo “hard disk”, come se essa fosse un computer dove i “file temporanei” sono generati da tanti e troppi pensieri, attivati spesso da ruoli e condizionamenti di una mente soggiogata dagli schemi. E’ come se questa mente producesse file inutili alla nostra anima e al nostro cuore, che pesano e rallentano il “software” mentale.

Dandoci l’occasione di un “reset psicoemotivo”, riportiamo il nostro sistema operativo cerebrale a essere gestito consapevolmente dall’amministratore (la nostra anima e il nostro sé) e non più da un meccanismo automatico di circuito che segue una programmazione.
Questo parallelismo tra il computer e il nostro cervello è un argomento che vi illustrerò in altri video che vedrete prossimamente!

Nei video che state vedendo in queste puntate e che vedrete nelle prossime, ho scelto di esperire quanto vi ho appena espresso, con due animali per me speciali e molto utili all’essere umano, e soprattutto pacifici e vegan: il cavallo e la gallina 🙂

20. CHE LA GIOIA SIA CON NOI!

Salvare un lupo ferito caduto in un fiume ghiacciato, e poi curarlo con l’omeopatia…
O andare a studiare in Sardegna all’Università della Felicità…

Le buone notizie ci fanno stare bene, per questo anche oggi mi faccio “presentatrice” di buone notizie. Che la gioia sia con noi!

19. GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE PER TUTTO!

Sorridere è importante, anche se è lunedì! Iniziamo la settimana, allora, con delle buone notizie 🙂

La prima riguarda Ken Grenda, un’imprenditore austrialiano che ha diviso, con i suoi stessi dipendenti, parte dei ricavati ottenuti con la vendita dell’azienda.

La seconda buona notizia è che anche gli studi scientifici dimostrano che la gratitudine fa bene alla salute! Dire “Grazie”, insomma, oltre a farci stare bene nell’animo, ci fa stare bene anche nel corpo. E allora… Grazie, grazie, grazie per tutto!

17. IL SOLE DEI NOSTRI SORRISI

Nella nostra memoria emotiva ci sono molti eventi di sofferenza, di blocchi e di emozioni inespresse. La catarsi è un mezzo importante per sciogliere queste energie in noi, una catarsi che può avvenire attraverso il pianto, la rabbia o il riso… o anche con tutti questi modi contemporaneamente: possiamo pervadere e intervallare i nostri pianti con il ridere, e stemperare la nostra collera con la satira, rendendoci conto di quanto tutto ciò che viviamo nella nostra mente sia assurdo e manipolato da un mondo di illusioni… e ciò è sicuramente comico!

Quello che propongo nei miei workshop è una ricerca spirituale, perchè sapersi “far ridere da soli” è il risveglio della presenza divina in noi ed è la ricerca dell’interruttore interiore della nostra risata.

Tutto questo può accadere se noi decidiamo di attivarci nella gioia divina, che è essenziale e semplice, attraverso un osservarci consapevole, e considerando che in noi esiste una lucente forza in grado di farci “osservare” la nostra sofferenza. In questo modo viviamo il rilascio delle emozioni, tra lacrime e rabbia, che permettono la catarsi, ma senza che ci identifichiamo completamente in esse: noi non siamo i nostri dolori, noi passiamo attraverso i nostri dolori… e passare vuol dire lasciarli esprimere, lasciarli sciogliere come la neve al sole… è il ghiaccio del nostro dolore che viene sciolto dal sole dei nostri sorrisi 🙂

Impariamo a diventare osservatori di noi stessi e ricordiamoci che siamo come il sole: possiamo splendere anche dietro le nuvole!

16. SORRIDERE E’ “DIVINO”

Buongiorno gente!

Ho preso qualche settimana per fare una “pausa di primavera”, ma nel contempo sto preparando nuovi articoli e video dedicati alla comicoterapia. Presto, quindi, sorrideremo ancora insieme… alla faccia di tutti i problemi.

Ricordiamoci che un sorriso non costa nulla, e che può solo avere effetti positivi sul nostro umore, sulla saluta e sulle relazioni… Sorridere è anche “divino” perché manda un preciso messaggio all’universo, un messaggio di forza e amore per noi stessi e per la vita.

E’ facile irritarsi o buttarsi giù di fronte agli ostacoli, ma possiamo imparare a sorridere, sdrammatizzando le situazioni, giocando con noi stessi e con il nostro bambino interiore. Quando sorridiamo, anche la vita risponde cominciando a sorriderci… il sorriso, infatti, è contagioso!

Non dobbiamo aspettare che le situazioni vadano bene per permetterci di sorridere; in realtà è proprio imparando a sorridere con quello che c’è in questo momento, che aiutiamo noi stessi a trovare (e attirare) risorse e opportunità per migliorare la qualità della nostra vita.

A presto!

15. TRASFORMARE LA PAURA CON UN SORRISO

Prendere coscienza dello strumento del sorriso, può rendere più semplice il percorso di ricerca spirituale. In questo siamo facilitati dal rapporto con la natura e Madre Terra, che ci aiutano a far fluire la nostra semplicità interiore, il nostro animo più essenziale, genuino e innocente come quello di un bimbo, che è il vero comicoterapeuta dentro di noi!

Abbiamo il potere di trovare un “silenzio magico” dentro la nostra mente, un silenzio che è contenuto dentro un sorriso, dentro una risata!

Se impari a sorridere da solo con te stesso, dentro e fuori di te, nei momenti delle varie giornate caotiche, troverai quel silenzio nella mente che nessun caos esterno può turbare. Questa è l’essenza del potere benefico che può generare il sorriso del silenzio!

In questa epoca di cambiamenti del nostro sistema sociale e planetario, l’individuo ha bisogno di utilizzare strategie di gestione delle emozioni e reazioni comportamentali, che siano semplici, dirette e spontanee, al fine di generare onde di sorrisi e visioni positive, sia nella società sia nella propria individualità in qualsiasi situazione.

La comicoterapia ci insegna a sorridere per trasformare con coraggio le paure nei nostri cuori… e per affrontare l’evoluzione umana e planetaria del 2012 con una maggiore e spontanea gestione delle espressioni emotive, solari e spirituali! In questo modo, arriviamo a gioire nel presente del “qui e ora”!

Non esistono situazioni dolorose, piuttosto esiste solo la scelta di quali reazioni emotive avere di fronte a ogni evento…