Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

154. DESIDERIO DI CAMBIAMENTO

È necessario un risveglio, è necessario che voi prima di tutto impariate a guardare voi stessi e ad accettare quanto vedete. Siete stati così bravi a creare la vostra maschera che riuscite a ingannare anche voi stessi. Ma questo inganno non vi rende liberi, al contrario vi costringe sempre più a non andare fuori dagli schemi, crea una gabbia di paura che neppure riconoscete o, meglio, che neppure volete riconoscere. Perché tutto questo? Perché vivere l’esperienza terrena con limitatezza di risorse rispetto a quelle realmente a vostra disposizione?

A volte nasce dentro di voi il desidero di cambiamento, di interrompere questi schemi che non portano a nulla se non a restringere ancora di più la vostra gabbia. Allora quando sentite questa pulsione provate ad assecondarla, trovate dentro di voi il coraggio per uscire dagli schemi. Può essere un processo graduale, partendo dalle piccole cose, così come molto immediato, non è rilevante il come, l’importante è il principiare.

Allora percepirete la differenza, sentirete nascere in voi un senso di libertà, inizierete a capire quanto diversi siete realmente. Comincerete a guardare attraverso la vostra stessa maschera e a ritrovarvi. Reggete quello sguardo, accettate quanto vedete per quanto ciò possa essere doloroso o imperfetto. Non giudicatevi ma adoperatevi per cambiare.

È difficile sostenere lo sguardo di voi stessi, ci vuole una forza e un coraggio che avete perso, ma se riuscirete a sostenere quello sguardo significa che state ritrovando la forza e il coraggio che sono sempre stati dentro di voi.

Avete attivato il processo di cambiamento e quando avrete imparato a riconoscervi al di là della vostra stessa maschera, quando avrete imparato a riconoscere voi stessi, allora avrete anche il coraggio di mostrarvi agli altri, di abbassare la maschera anche davanti a loro senza più temerne il giudizio perché sarete un tutt’uno con voi stessi, con la parte di voi che è più antica e che trascende le esperienze, incluse quelle terrene.

Sarete una cosa sola con il vostro essere e nulla avrete da temere nel rapporto con gli altri. Allora vedrete cambiare anche l’atteggiamento degli altri nei vostri confronti: dapprima potrebbe essere di non comprensione perché vi mostrate in modo differente da come avete sempre fatto, ma poi nascerà anche in loro questo deside avete creato.

Allora tutto sarà più semplice e più diretto nelle relazioni e nei rapporti, altre doti ora in voi sopite potranno essere utilizzate per il bene e la crescita dell’umanità. Altre strade, altri percorsi che ora non intravedete si apriranno davanti a voi e vostra sarà la libertà di poterli scegliere. Il precluderli a voi stessi non è libertà, ricordatelo, state negandovi la libertà di scegliere.

 

Estratto dal libro Tutto è perfetto di Emanuela Casadei Giunchi

 

Img source

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook