Punti di Vista

Il v-blog della redazione di Anima.TV

Ci sono tanti modi di guardare alla realtà, tanti “punti di vista” e da ognuno di questi pensiamo che ci sia sempre qualcosa da imparare… Grazie di essere arrivati fino a qui e buon viaggio!

La Redazione anima.tv

Foto-Redazione-Occhi

214. PILLOLE DI LUCE

Buongiorno, Anime!

Al convegno Dialogando con gli Autori, svoltosi presso la nostra sede di Milano lo scorso 26 novembre, abbiamo letto alcune frasi prese “a caso” dai libri dei nostri Autori di Anima Edizioni protagonisti dell’evento. I messaggi raccolti hanno formato una composizione di messaggi, delle “pillole di luce”, che desideriamo riportare qui in ricordo della bella giornata trascorsa, sperando che possano toccarvi o ispirarvi così come hanno fatto con noi.

*°§°*

Sono consapevole che ciò che evito di me diviene il mio destino.
Sopporto l’incontro con me stesso, con la mia ombra, con il male in me.
Smetto di resistere, cedo al sentire, così il male diventa bene.
Erica F. Poli. Poiesis.

*°§°*

[…] il potere che viene dall’Amore e dalla Libertà sarà sempre più grande e più duraturo di quel potere che viene dalla ricerca del potere fine a se stesso.
Francesco Minervini. Forme-Pensiero di Potere. 

*°§°*

La trasformazione è ciò che siamo chiamati a operare e nella quale siamo convocati a permanere, creando il “tao” della vita in cui il permanente si mischia col mutevole ed insieme forma con esso l’assioma dell’esistenza. Permanente e mutevole: stare nel cambiamento ed effettuare la metamorfosi nella stasi. Filo d’erba che si piega al vento e bruco che diviene farfalla nel più grande silenzio e nella totale assenza di moto. Ecco la pietra filosofale!
Guido Rutili. Jung. L’Anima e il Matrimonio.

*°§°*

Riscopri ciò che ami fare e […] lo porti a compimento nella materia. Nel lavoro, nella famiglia, nel tuo tempo libero. Tutto prende forma e riconosci finalmente ciò che ti appartiene e inizi a farlo.
Elisa Munari. Gli Angeli Parlano a Colori. 

*°§°*

Ora sono davanti alla possibilità di scegliere: o continuare ad avere lo stesso pensiero/atteggiamento che produce un risultato che già conosco, oppure provare un atteggiamento diverso che produrrà sicuramente risultati diversi. Abbiamo sempre il libero arbitrio, la possibilità di scelta, non è vero che siamo “schiavi del destino”.
Cristina Vignato. Akasha. La via all’indipendenza spirituale.

*°§°*

In fondo, se come mi sento tutti i giorni dipende in gran parte da come giudico quello che mi succede, dal pensare che una situazione sia giusta o sbagliata o dal mio atteggiamento di fondo, allora posso modificarlo fino a sentirmi sereno e soddisfatto. Sì, adesso penso che dipenda da me e che, se m’impegnerò con determinazione, sarò in grado di cambiare abbastanza la mia vita da essere felice.
Roberto Dondoli. Conversazioni con l’Inconscio.

*°§°*

Le donne sono e sono sempre state le “Guardiane delle Soglie”, ovvero le tessitrici del visibile con l’invisibile. Il Ritmo Mestruale le rende sciamane a loro stesse e le conduce nel campo morfogenetico del potere, di un immenso potere, connesso ai grandi passaggi biologici del femminile: menarca, mestruazioni, menopausa. Questo potere guida e permette di mantenere la giusta direzione nella vita. Ovviamente se le donne conoscessero tutto questo, lo stato di salute del loro corpo sarebbe completamente diverso, perché diverso sarebbe il rapporto con il loro sangue.
Cinzia Contarini. Luna, Corpo, Amore.

*°§°*

… finché non si raggiunge la piena consapevolezza di sé e dell’ambiente circostante, saranno i moti interiori e gli eventi esteriori a condizionare le nostre scelte di vita. Solo chi raggiunge la piena coscienza del proprio Io, libero dalle catene dei condizionamenti esterni e interni, può prendere pieno controllo della propria vita e raggiungere lo stato ideale di coscienza: l’autarchia, l’assoluta libertà interiore.
Daniele Palmieri. Autarchia Spirituale.

 

214b

Un caro saluto a tutti da Anima.TV e Anima Edizioni

 

4/12/17
214-sq

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook