Meditazione Cromatica

Il percorso dall’io al Sé

Salve, amici! Ecco un piccolo spazio per chi ama i colori e desidera non solo conoscerne le valenze energetiche, psicologiche e simboliche, ma anche sperimentarne gli effetti con le opportune tecniche meditative. Un luogo quieto, tutto nostro, “ritagliato” (come letteralmente significa la parola tempio) dalle attività quotidiane, per ritrovarci (noi stessi e tra noi) serenamente e vivere insieme i colori come teoria e pratica dell’autoconoscenza.

Cesare Peri

cesare peri

30. GLI UCCELLI DEL LAGO STINFALO

Siamo arrivati alla Quinta Fatica di Eracle, che ora deve affrontare gli uccelli del Lago Stinfalo.

Il lago di Stinfalo è abituato da numerosi uccelli di bronzo che d’un tratto si alzano in cielo e scagliano le loro penne come fossero frecce nel petto dei visitatori.

Ci troviamo ancora al livello delle relazioni e gli uccelli simboleggiano una pioggia improvvisa di emozioni negative che trafiggono il cuore e turbano la pace del lago.

Inizialmente Eracle cerca istintivamente di combattere contro gli uccelli con l’arco e le frecce, ma è inutile. Allora ricorre a un espediente: usa un campanello con il suono del quale spaventa i volatili.

Il campanello è come una sveglia, una presa di coscienza nei confronti dell’istinto e della necessità di restare nell’equilibrio.

uccelli-stinfalo-big

Cesare Peri

Libro-Meditazione-Colori-Pe     Libro-Interpretare-Mito-Peri

18/04/17
uccelli-stinfalo

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook