Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

04. RAGGIUNGERE I PIANI VERTICALI DI COSCIENZA

Tutto si evolve, tutto risuona sul medesimo campo e accordo che noi compiamo nello scegliere passo dopo passo la direzione da seguire. Quella strada che ci porta verso la scoperta dei luoghi dell’anima dove non c’è passato, né presente, ma ogni attimo diventa necessario per raggiugere e calibrare il movimento della vita verso l’alto.

I piani verticali sono ciò a cui noi tutti ascendiamo. I piani verticali sono quelli dell’evoluzione spirituale. Essi ci mettono in condizione attraverso le esperienze vissute, soprattutto le più dure, di fare un salto di completezza verso una coscienza sempre più allargata che riporta su nuove dimensioni esistenziali. Tanto più riusciamo ad assecondare la spinta evolutiva, tanto meno badiamo e diamo importanza alla materialità della vita, che è pur vero ci appartiene, ma al contempo è solo mezzo che consente di anelare e raggiungere la crescita.

La forza che permette tutto questo, l’ascesa grandiosa verso le trame dell’infinito, è rappresentata dall’amore. Amore che significa dare attenzione a ciò che il cuore ci chiede nel portarci avanti, e non indietro, in ciò che ognuno di noi è venuto a compiere in questa vita preziosa.

Quando ci arrestiamo, quando smarriamo il senso profondo di questo processo di crescita a cui siamo chiamati, tutto si arresta e la vita continua a fluire senza il nostro accordo. Sorgono i problemi, le cose ci sfuggono di mano, gli accadimenti della vita sembrano prendere il sopravvento. Ed è proprio allora che arriva la sofferenza, quel punto di non ritorno in cui la confusione per ciò che siamo chiamati ad agire ci attanaglia. Ognuno ha una via diversa.

Predisporsi verso ciò che brilla di più per noi diviene la strada. Giorno per giorno partendo dalle piccole cose, da tutti quegli interessi che sembrano rispecchiare meglio il nostro attimo presente.

E l’anima ci illumina il percorso urlando a gran voce: “Non disperdere il tuo sentiero dorato, quello privilegiato, quello che ti spinge a battere direzioni nuove e inesplorate, ma abbi il coraggio di farlo impegno improrogabile, per assecondare la spinta pulsante della vita che ti invita alla crescita e all’ascensione perenne verso la Luce. È questo il compito di ogni essere umano, compito che si traduce giorno per giorno nel dare congiuntamente valore a ciò che è la tua predisposizione più profonda e personale”.

Carmen Di Muro

Libro-Carmen-di-Muro-Anima-Quantica

 

04-carmen

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook