Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

01. L’ORIGINE DELLE EMOZIONI NEGATIVE

Le emozioni negative nascono nel nostro mondo psichico e sono strettamente collegate ai pensieri che produciamo. La presenza di emozioni negative nello psichismo porta a modifiche neurofisiologiche e biochimiche che, a loro volta, generano reazioni psicosomatiche e atteggiamenti nella vita affettiva e nel comportamento in generale.

Ben si comprende l’origine delle emozioni negative se si considera come è organizzata la vita psichica umana. In ognuno di noi sono presenti, ed attivi in varia misura, tutti gli istinti, le passioni, i vizi, le qualità superiori, le virtù, le tendenze, le aspirazioni… in pratica tutte le facoltà e le doti dell’umanità intera. Noi siamo una indefinita molteplicità di zone d’ombra e di luce, di elementi psichici contrastanti che richiedono di essere armonizzati. Le nostre tante subpersonalità emergono e si espandono in quanto sollecitate sia dalle aspettative e dalle opinioni che gli altri proiettano su di noi, sia dagli stimoli ambientali.

Spesso le subpersonalità costituiscono un meccanismo di difesa psichica per controllare la sofferenza e favorire i processi di adattamento all’ambiente in cui siamo inseriti. Nello scorrere della nostra vita mostriamo diverse personalità: l’Io infantile, l’Io adolescente, l’Io giovane… via via l’Io anziano. Così pure possono presentarsi vari meccanismi di difesa e mutevoli modalità di comunicazione interpersonale. In certe fasi viviamo in fuga dall’altro o in dipendenza dell’altra persona; altre volte siamo contro l’altro o viviamo nell’altro… le persone sagge ed evolute riescono a vivere pacificamente con l’altro e altruisticamente per le altre persone.

I nostri momenti di crescita ed i nostri passaggi evolutivi si presentano con la caratteristica di veri e propri processi di morte di parti di noi, di vecchie abitudini e di rinascita con nuovi atteggiamenti. In fondo ogni giorno muoriamo e rinasciamo continuamente.

Per poter evolvere, svilupparci, liberarci “dai viluppi” che soffocano la nostra vera natura dobbiamo imparare a coordinare le varie tappe fisiologiche di sviluppo dell’energia psichica. Dobbiamo imparare ad armonizzare le molteplicità, le complessità, vivendole come ricchezze ed opportunità. Come straordinarie occasioni per scoprire le nostre risorse e le nostre infinite potenzialità.

Continua..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lascia un commento con Facebook