Codex Veganus

“La natura è sovrana medicatrice dei mali” diceva Ippocrate, e l’igienismo non ha fatto altro che adottare questo sano principio come sua inalterabile legge.
Per l’igienismo la malattia non è affatto un mostro diabolico, ma piuttosto una intelligente, logica, positiva e risolutiva espulsione di tossine; una fase costruttiva indispensabile per realizzare un processo guaritivo. L’igienismo non è un semplice sistema alimentare ma un vero e proprio stile di vita, in grado di restituire o favorire l’equilibrio e la salute.

Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro

149. LE STRAORDINARIE QUALITÀ DELLA SOIA

Carissimo Valdo, sono vegana da quando ho incontrato il tuo blog sul mio cammino, e ne sono felicissima. Senza farti perdere tempo ti chiederei, per favore, un chiarimento a proposito delle proprietà salutistiche della soia, dal momento che ne faccio un frequente uso, mentre su Internet trovo pareri discordanti. Grazie per tutto ciò che fai.
Nicole

 

RISPOSTA

Ciao Nicole. Originaria dell’Asia, si conosce in Europa da almeno 3 secoli, anche se le prime colture su vasta scala risalgono agli anni ’30 del secolo scorso. Per la sua importanza sul piano alimentare è stata definita più volte pianta miracolosa. Numerosi cinesi vegetariani la consumano da migliaia di anni.

Parliamo di una leguminosa dalle straordinarie qualità: 1) Alimento completo e molto digeribile, 2) Costruttore primario di muscoli, ossa e nervi, 3) Potente energetico, 4) Rimineralizzante, 5) Equilibrante cellulare, 6) Indicato per i bambini in crescita, per i soggetti affaticati da troppo lavoro, per chi soffre di nervosismo.

Contiene il 40% di protidi, contro il 15-20% della carne, il 12-25% di lipidi, contro il 4% della carne, il 10-15% di glucidi. La soia è ricca di calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, sodio e zolfo. Contiene pure lecitina e caseina, oltre che acidi grassi polinsaturi come l’acido linoleico e l’acido linolenico, ricchi di Omega3 e Omega6, oltre che di acido arachidonico con forti proprietà ipocolesterolizzanti.

Il latte di soia è indenne da germi patogeni. Si può anche preparare in casa tenendo a bagno i chicchi per 36 ore, nella misura di 150 grammi per litro d’acqua, triturando e separando poi il liquido dai residui. Residui che sono riutilizzabili per una nuova triturazione e che si mescolano con il liquido successivo. Poi si decanta e si filtra. I fagiolini cotti con tanto di buccia sono squisiti.

Il tofu risulta pure digeribile e nutriente. Ottima pure la salsa di soia. Leggero, gustoso e digeribile il gelato alla soia, assai diverso dai gelati al latte bovino. Provare per credere. Straordinari pure i germogli di soia, per il loro grande potere nutritivo.

L’aspetto meno simpatico da segnalare sta nel vasto uso di Ogm e di erbicidi tipo Round-Up, marcati ovviamente Monsanto, che caratterizzano spesso le colture di questa leguminosa, provocando comprensibili riserve e perplessità. Per il resto, ogni altra notizia contraria all’uso della soia deriva da ovvio conflitto di interessi con i produttori di carni e di proteine animali.

Valdo Vaccaro

 

24/09/15
149-soia

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook