Guarigione Consapevole in Onde Tetha

Come raggiungere consapevolmente una guarigione psico-spirituale tramite l’utilizzo consapevole delle onde theta: dal Theta Healing, una tecnica riportata all’umanità da Vianna Stibal, alle nuove scoperte per la guarigione, da me effettuate.

Ecco un percorso che ci guiderà nei meandri di noi stessi, a contatto con le nostre ferite più profonde, per comprenderne il significato e sanarle, eliminando quelle convinzioni che le alimentano.

Tratteremo anche le visualizzazioni per i bambini, e la comunicazione e la guarigione spirituale per gli animali.

Grazie di cuore

Lorella De Luca

Lorella_DeLuca

29. L’ADOLESCENTE INDACO

Spesso, ad un’età di circa 15 o 16 anni, il giovane dei nostri giorni, che in genere è un “Indaco”, può cadere in uno stato depressivo o di comportamento nevrotico ed iniziare a manifestare schemi di comportamento distruttivi o auto-distruttivi. Talvolta questi schemi possono essere rivolti solo verso l’interno, ma spesso possono anche focalizzarsi esternamente. In questo caso, le energie distruttive sono percepite e sperimentate dalla famiglia, e la pace e la stabilità della famiglia vengono sconvolte. In casi estremi, gli Indaco possono portare i loro schemi distruttivi nella collettività e diventare “casi problematici”.

Ci sono così tanti genitori profondamente afflitti, perché non possono contrastare questo comportamento distruttivo. Questo può includere la depressione, la malattia mentale, l’abuso di droga, il comportamento anti-sociale, la ribellione e persino la violenza. Molti di voi che sono genitori affabili ed amorevoli chiedono: “Perché è accaduto?” e “Che cosa abbiamo fatto di sbagliato?”

Spero con i prossimi post di rispondere ad alcune di queste domande e di darvi alcune linee guida su come gestire queste situazioni.

Intanto, per oggi metto online questo mio video dove fornisco alcuni consigli di carattere generale, a seguito di alcune osservazioni che i lettori mi hanno fatto.

A presto….

Continua

CONSIGLI AI LETTORI

4/05/09

Commenta l'articolo tramite Facebook