Codex Veganus

“La natura è sovrana medicatrice dei mali” diceva Ippocrate, e l’igienismo non ha fatto altro che adottare questo sano principio come sua inalterabile legge.
Per l’igienismo la malattia non è affatto un mostro diabolico, ma piuttosto una intelligente, logica, positiva e risolutiva espulsione di tossine; una fase costruttiva indispensabile per realizzare un processo guaritivo. L’igienismo non è un semplice sistema alimentare ma un vero e proprio stile di vita, in grado di restituire o favorire l’equilibrio e la salute.

Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro

61. FORMULE PER LA SALUTE

Cos’è che fa bene all’uomo in fin dei conti?

Qualcuno ha espresso una opinione interessante. “Tutto quello che non si mangia fa bene alla salute”.
Ottima battuta.
Quasi un invito al respirazionismo, al fachirismo e all’anoressia. Ho il massimo rispetto per chi riesce a vivere di aria, di acqua e di sole, e magari di qualche mela presa di soppiatto, tra una indigestione aerea e l’altra.
Quanto alle performance pratiche e alla applicabilità sociale mi sia concesso più di qualche dubbio.

La metto sul piano del buon senso. Se il creatore ci ha dato degli straordinari polmoni per respirare e un magnifico intestino per assimilare, vuol dire che entrambi devono essere adoperati. E questo vale per tutti gli organi del corpo umano. E’ la funzione che fa l’organo. Non adoperare significa mettere in disuso e in desuetudine,significa incapacitare e arrugginire. 61vvCi serve aria buona, acqua biologica, acqua leggera, cibo vivo, cibo innocente e compatibile, movimento e riposo, sentimenti e motivazioni, sole e ricarica elettromagnetica.

FORMULA VINCENTE IN 7 PUNTI

Frank Sabatino è uno dei pochi maestri igienisti a vantare con Ralph Cinque, Alec Burton e pochi altri ancora, di essere stato allievo diretto di Herbert Shelton. Meglio degli altri ha sintetizzato le idee-chiave dell’igiene naturale moderna. Stabilito che le tre carenze alimentari più comuni, a parte l’acqua biologica, sono le fibre naturali, i fitonutrienti colorati (licopene, flavonoidi, carotenoidi, antocianine, resveratrolo, ecc) e gli antiossidanti.

Per accontentare i cacciatori di dritte salutistiche, Sabatino ci ha elencato una sua formula vincente in 7 punti, dove le carni non vengono nemmeno citate, trattandosi di non-cibi:

1) Eliminare prodotti caseari e zuccheri.
2) Incrementare drasticamente frutta, vegetali, noci, legumi freschi (riduttori di radicali liberi).
3) Masticare bene e lentamente (così si mangia di meno e aumenta la qualità della nutrizione).
4) Dormire meglio (la carenza di sonno aumenta i dolori muscolari, provocando azione anti-insulinica e sbalzi zuccherini).
5) Ridere di più. Un bambino sano ride 400 volte al giorno, noi adulti solo 15 volte. Dove sono finite le altre 385 volte? Ridere abbassa la pressione sanguigna e rafforza il sistema immunitario.
6) Stare di più assieme agli altri, evitando folle e assembramenti, trovando modo di stare soli con noi stessi, ma accettando la vita sociale.
7) Voler più bene a noi medesimi, che non significa essere egoisti ma porre semmai le basi indispensabili per amare il nostro prossimo.

IL “PASSO DOPO PASSO”

Ralph Cinque, pure lui di origini italiane, si associa a quanto sopra, e invita tutti a concentrarsi nel cambiamento radicale delle abitudini distruttive come fumare, bere alcolici, bere the e caffè, consumare proteine animali, essere schiavi di doping, di vaccini, di farmaci e di integratori.
Cinque è il teorico della tolleranza, del compromesso e del “passo dopo passo”.

“Non è indispensabile essere totalmente e immediatamente vegani per usufruire dei benefici del veganismo. Fissiamo, come obiettivo prioritario, l’inserimento di una bella mangiata di frutta e di verdure crude ogni giorno. Poi, da cosa nasce cosa”.

LE DRITTE DELL’IGIENE NATURALE

Dritte simili arrivano da altri igienisti americani, come Alan Goldhamer e Joel Fuhrman, e riecheggiano i concetti classici di origine pitagorica e ippocratica, e quelli divulgati in tutta Europa dalla nostra formidabile Scuola Medica Salernitana:

– La salute è sempre risultato di un vivere salubre.
– Il corpo auto-guarisce, a condizione che gli diamo la possibilità di farlo (cosa che i medici raramente amano fare e mettere in pratica).
– L’obiettivo dell’igiene non è quello di intervenire sul sintomo, ma sempre e solo di rimuovere le cause di malattia.

(Estratto dalle conferenze di Udine del 19/1/12 e di Verbania del 15/2/12)

15/03/12

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook