Codex Veganus

“La natura è sovrana medicatrice dei mali” diceva Ippocrate, e l’igienismo non ha fatto altro che adottare questo sano principio come sua inalterabile legge.
Per l’igienismo la malattia non è affatto un mostro diabolico, ma piuttosto una intelligente, logica, positiva e risolutiva espulsione di tossine; una fase costruttiva indispensabile per realizzare un processo guaritivo. L’igienismo non è un semplice sistema alimentare ma un vero e proprio stile di vita, in grado di restituire o favorire l’equilibrio e la salute.

Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro

91. FRUTTA E ZUCCHERO SINTETICO: NULLA HANNO IN COMUNE

LETTERA

AVVIO DIETA VEGANA E DUBBI SU ZUCCHERO E INTEGRATORI

Gentilissimo dr Vaccaro, la disturbo per la seconda volta, la prego di scusarmi. Come da lei suggeritomi ho intenzione di iniziare la dieta vegana, ma avrei due quesiti da porgerle. Lo zucchero è deleterio per le articolazioni, ma posso ugualmente mangiare molta frutta? Posso assumere degli integratori di Glucosamine/Chondroitin?
Grazie per la sua gentilezza. Cordiali saluti.
Ornella 

*

RISPOSTA

91PRIMA REGOLA PER CAPIRSI E’ LA PROPRIETA’ DI LINGUAGGIO

Come non esiste il latte (ma tanti tipi di latte come il latte di donna, il latte di cereali, il latte di mucca nelle varie versioni pastorizzato-intero-fresco, il latte di pecora, di cavalla, di gatto e di topo) così non esiste lo zucchero, ma tanti tipi di zucchero.

Il saccarosio, ultra-cotto e sintetizzato com’è, nulla a che vedere con la bietola o la canna d’origine, e ancor meno può confrontarsi col succo zuccherino della frutta fresca, accompagnato com’è dalla sua acqua biologica e dal suo corredo enzimatico e mineralvitaminico oltre che magnetico e vibrazionale della frutta. Lo zucchero sintetico può essere considerato come un classico integratore, velenoso e stimolante come un integratore, sballante e dopante come un integratore, ladro interno e carta assorbente enzimatica come un integratore.

MAI CONFONDERE SOSTANZA VIVA CON SOSTANZA MORTA, INORGANICO CON ORGANICO, COTTO CON CRUDO, NATURALE CON SINTETICO

Puoi forse paragonare una materia morta e inerte con una materia viva? Quindi non lasciarti influenzare dalle tante fesserie in circolazione. La frutta è cibo indispensabile per tutti.
Se sei pre-diabetica o hai tendenze diabetiche, causate sempre e solo da carne-latte-uova-pesce e mai dalla frutta, devi ovviamente porre, in via temporanea e prudenziale, qualche piccolo freno alla assunzione globale di zuccheri, che viene gonfiata in genere dalla assunzione di carboidrati cotti, tipo pasta, focacce, biscotti, torte e simili.

CONSIGLI PER DIABETICI E PRE-DIABETICI

In quei casi puoi anche dover far pagare alla frutta colpe non sue e contenere un po’ il suo consumo, per cui mangerai fragoline di bosco meglio che fragolone, ciliegie di bosco (suìsui in friulano) e amarene, meglio che ciliegie dolcissime, mele verdi Grannie Smith meglio che mele dolci, mirtilli meglio che fichi, more meglio che datteri, pesche meglio che uvetta secca, albicocche acquose meglio che albicocche secche, pompelmi-limoni-clementine meglio che succo di arancia dolce, melograni meglio che kaki secchi… ma sempre sconfiggendo le paure e i pregiudizi nei riguardi della frutta.
In linea generale incrementerai temporaneamente i centrifugati di tuberi e di verdura per mantenere un buon flusso di acqua biologica di tipo verde e clorofilliano, amicissima di chi soffre di diabete e di alterazioni renali.

MAI FARE IL TAPPABUCHI E MAI RINCORRERE I COMPONENTI SINGOLI

Per le integrazioni di glucosamine e di altri prodotti simili, tutto si può nella vita. Anche perdere tempo dietro a rimedi che non rimediano, ma che servono ad alimentare la speranza e ad alleggerire il portafogli. Le sostanze che eventualmente mancano al nostro corpo non si cercano mai con sostituti chimicamente uguali.

IL CORPO NON E’ UN LEGO E NON OPERA PER SOSTITUZIONI

Il principio latte non fa latte, e non fa calcio (ma solo collosa caseina sui villi con impedimenti all’assimilazione, e solo calcificazioni improprie e calcoli e tiroiditi), proteina non fa proteina (ma solo putrefazione, acidosi e leucocitosi), fegato non fa fegato (ma solo voltastomaco a masticarlo e drammi stomacali a digerirlo),zucchero non fa zucchero (ma solo acidificazione e ingrossamento del pancreas), ferro inorganico non fa ferro organicato e assimilabile (ma va ad incrementare i dannosissimi depositi di sideremia inorganica interna), vale anche per le altre sostanze singole di cui siamo carenti. Glucosamina non fa glucosamina, ma si ottiene, come tutti i nutrienti corporali, attraverso elaborazioni e sintetizzazioni interne operate dal corpo stesso. Chimica e medicina ortomolecolare hanno imbrogliato da sempre e continuano a farlo.

Valdo Vaccaro

30/11/12

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook