Codex Veganus

“La natura è sovrana medicatrice dei mali” diceva Ippocrate, e l’igienismo non ha fatto altro che adottare questo sano principio come sua inalterabile legge.
Per l’igienismo la malattia non è affatto un mostro diabolico, ma piuttosto una intelligente, logica, positiva e risolutiva espulsione di tossine; una fase costruttiva indispensabile per realizzare un processo guaritivo. L’igienismo non è un semplice sistema alimentare ma un vero e proprio stile di vita, in grado di restituire o favorire l’equilibrio e la salute.

Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro

41. UN MESSAGGIO DI SALUTE (PARTE 2)

(Estratto dalla tesina “Messaggio a Singapore” che riporta la conferenza tenuta a Singapore il 19/7/2011, presso il ristorante vegano LivinGreens di Beach Road 325)

La frode dell’Aids

Vent’anni fa, ai tempi iniziali dell’Aids, informavo la gente che eravamo schiavi di un regime terroristico e manipolatore. Spiegavo che l’Aids era la più grande frode di massa, la più incredibile farsa medica mai impostata nella storia.

Spiegavo pure che non esistono malattie contagiose e che la gente deve solo imparare a mantenersi calma e felice, a restare pulita dentro e fuori, a non farsi catturare dal terrore giornaliero lanciato da televisioni, giornali e governi su una malattia inventata di sana pianta dalle corrotte autorità sanitarie americane (CDC).

E oggi, Luc Montagnier ci viene finalmente a dire che l’Aids non esiste e che non può essere trasmesso, confermando poi tutte le verità che il professor Peter Duesberg, della Berkeley University, aveva spiegato per filo e per segno, rivelando al mondo i minuziosi dettagli di tale frode.

E il discorso non vale solo per l’Aids, ma per tutte le pesti bubboniche e non bubboniche, per l’herpes genitalis, per il papilloma virus, per la blenorragia e per la sifilide.
L’Aids non ha fatto nemmeno una vittima al mondo. La gente è morta di altre malattie etichettate Aids. I morti in Africa, testati come Aids, sono tutti morti di malaria e di altre malattie catalogate fraudolentemente per Aids. Migliaia di morti ha fatto invece l’Azt, ovvero il terribile farmaco anti-Aids.

Le vittime della paura

Quante vittime ha provocato invece non l’Aids ma la paura dell’Aids? Migliaia e migliaia. Gente che si è ammazzata e gettata dai ponti e dai palazzi, nella paura di ospitare un virus terribile mai esistito come l’Hiv. La malaria non è l’Aids, ma il test antimalaria è stato confuso col test Aids-Elisa. Ridicolo!

La paura rende molti soldini e i ricconi del mondo continuano a rimpinguare le fondazioni miliardarie dei super-elemosinieri mondiali Bill Clinton e Bill Gates. Dopo aver colonizzato, raggirato e truffato Singapore e il Sud-Est Asiatico, il trucco viene ripetuto con la Cina, l’India e il Vietnam. 41VFinché ci sono masse di gente disinformata edimbrogliabile, finché ci sono polli da spennare, nessuno li ferma. I mercati asiatici sono assai promettenti. Sono mercati dai grandi numeri, e dunque molto redditizi.

Ho un sito in inglese e cinese su Hongkong, ed èwww.drvaldovaccaro.com.hk, più due libri comeAlimentazione Naturale e Storia dell’Igienismo Naturale, più un migliaio e oltre di articoli in fase di traduzione dall’italiano.

Il mio messaggio per i vegan di Singapore

Qual è il messaggio che lancio oggi alla gente vegetariana di Singapore?
Non sentitevi diversi, non sentitevi discriminati, non sentitevi strani ed emarginati. Noi vegan siamo la gente reale ed autentica. Siamo noi i saggi, quelli dal sangue e dagli intestini puliti. Le persone che ci stanno intorno, sbagliando in continuazione, quelle rappresentano la parte dolente e la parte critica, e sono la maggioranza. Non è questione di manicheismo, di divisione in buoni e cattivi. È questione di mettere nell’intestino umano il cibo giusto. Quello che ci permette di vivere sani e di vivere tutti, senza violenze contro la natura, contro l’ambiente e contro altre creature viventi. Occorre dare una mano a chi non trova la via giusta, ma lo deve volere e lo deve richiedere.

Siamo disegnati come esseri vegani, crudisti e fruttariani. Tutti noi siamo così, indipendentemente da quello che stiamo mettendo nei nostri piatti. Il nostro sangue a pH alcalino ce lo conferma. La totale mancanza di enzimi uricasi per disgregare l’acido urico di carne e pesce (28 grammi per kg), di caffè e tè, ci dice di stare alla larga di queste sostanze velenose per il nostro corpo.

Il nostro lungo, stretto, spugnoso e gomitoso tratto intestinale, con 4,5 milioni di villi i quali, grazie alle tante micro pagine assorbenti di ciascuno di essi, formano un’area assimilativa totale di 400-600 metriquadri, equivalenti a due campi da tennis, ce lo ribadisce. Il nostro sistema immunitario (200 linfonodi localizzati lungo il tratto gastrointestinale, pronti ad entrare in allarme-leucocitosi ogni qualvolta consumiamo carni e cibi cotti), ci dice le stesse cose.

(Continua)

2/09/11

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook