Codex Veganus

“La natura è sovrana medicatrice dei mali” diceva Ippocrate, e l’igienismo non ha fatto altro che adottare questo sano principio come sua inalterabile legge.
Per l’igienismo la malattia non è affatto un mostro diabolico, ma piuttosto una intelligente, logica, positiva e risolutiva espulsione di tossine; una fase costruttiva indispensabile per realizzare un processo guaritivo. L’igienismo non è un semplice sistema alimentare ma un vero e proprio stile di vita, in grado di restituire o favorire l’equilibrio e la salute.

Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro

76. UN MEDICO DI VALORE CHE SA DI NON SAPERE

LETTERA 1

SPECIALISTA IN MEDICINA INTERNA

Salve Valdo, ho letto diversi post nel suo blog. Sono rimasto colpito dai risultati che lei ottiene. Io sono un medico, specialista in Medicina Interna, ed esercito la libera professione occupandomi anche di alimentazione, omeopatia e idrocolonterapia. Ho acquistato il suo libro e mi accingo a leggerlo con attenzione.

DIVERSE DOMANDE, SOPRATTUTTO SUL MALE PIU’ DIFFUSO CHE E’ LA COLITE

Ho alcune domande da porle. Premettendo che lei mi ha convinto riguardo all’alimentazione vegetariana, se volessi applicare in maniera costante, nella mia pratica clinica, i suoi insegnamenti, come potrei fare? Lei organizza corsi?

Le sue conoscenze sono enormi. Per un neofita sarebbe difficile applicarle nella cura di alcune malattie senza un adeguato insegnamento. Altra domanda. Mi dia alcune dritte sulla terapia della colite, un male ormai diffusissimo. Sto cercando risposte nel suo blog. In attesa di una sua cortese risposta e ringraziandola per il lavoro che svolge la saluto cordialmente.
Luca

*****

RISPOSTA 1

MOLTA GENTE SI E’ RIMESSA IN EQUILIBRIO

[…] Sui successi che sto raccogliendo non ci sono dubbi. Esistono pure alcuni casi difficili, lo ammetto ma, nella stragrande maggioranza, mi giungono lettere addirittura imbarazzanti, che sembrerebbero prefabbricate o sottoposte a regia di una superlativa agenzia pubblicitaria.

SONO CONTRO LE MALEFATTE DELLA MEDICINA, NON CONTRO I MEDICI SINGOLARMENTE INTESI

La tua è una lettera interessante e anche coraggiosa. Ho una grande stima per i medici che non esitano ad esporsi. C’è gente che mi accusa di praticare una ideologia anti-medica. Tu hai evidentemente capito che non è così. Sono contro la medicina ortodossa contemporanea, nella misura in cui essa pratica il pasteurismo, la lotta al sintomo e non al vero male, l’antiveganismo e l’anticrudismo, le farse dei contagi e degli Aids inventati,
ecc.
Ho molti amici medici che non cito, per non arrecare loro alcun danno. La mia stessa filosofia naturalistica della non-cura sul sintomo, e la mia stessa libertà ideologica, sono spesso puntellate da citazioni e da storie di grandi medici del passato per i quali provo grande ammirazione.

CURIOSITA’ SCIENTIFICA E UMILTA’

Il tuo contatto rivela non solo curiosità scientifica, ma anche un grado di umiltà che molti tuoi colleghi non posseggono o fanno finta di non avere, in ossequio anche alla arroganza sanitaria predicata e praticata dall’Ordine. Niente contatti e niente compromessi col nemico. Soprattutto se è un nemico potenzialmente pericoloso come chi pratica salute a tutto campo. La medicina di oggi non pratica salute e non è interessata alla salute. Punta piuttosto sulla malattia, anche perché un mondo malato fa più comodo a chi produce i farmacie tutto il resto. Sembrerà brutto ed offensivo, ma questa è la realtà pratica con cui ci troviamo a fare i conti, piaccia o non piaccia.

NON ANCORA VERE LEZIONI, MA CORRISPONDENZE, TESINE E CONFERENZE

“Lezioni” è una parola grossa. Non ho preparato delle dispense. I miei libri, se vuoi, sono la base e le mie 2000 tesine sul blog possono essere prese come lezioni. Rispondo quanto posso e come posso alla gente che mi contatta. Accetto inviti a conferenze nella misura del possibile. Chiaramente sarebbe molto interessante inserire, nel mio argomentare, una serie di risposte a specifici quesiti provenienti da un vero medico che bazzica da anni in mezzo ai malati, e che si è fatto di sicuro una esperienza copiosa e consistente.

Ci sono stati casi interessanti nella storia. Un medico, di cui ora mi sfugge il nome, e che si era mosso tra l’Australia e la Cina, aveva addirittura diviso il suo ospedale a metà. Da una parte le terapie tradizionali e dall’altra quelle di stile vegan-crudista, scoprendo che i risultati nella sezione sperimentale erano addirittura incredibili. Forse per questo gli crearono mille ostacoli e l’esperienza non poté continuare.

LA SALUTE UMANA DIPENDE DAL COLON

Il problema della digestione e delle coliti, nelle diverse forme, trova soluzione solo se uno va contro corrente e non si aspetta risultati tra oggi e domani. Rimettere in funzione un intestino surriscaldato, infiammato, disbiotico, diverticolitico, putrefacente e miasmatico, non è cosa semplice. Al pari di un forno intasato, occorre spegnerlo del tutto, ripulirlo dalla cenere e dai depositi di catrame, lustrarne i condotti come fa lo spazzacamino, e ridargli infine vitalità. Del resto, è risaputo che “la salute umana dipende dal colon“…

UN PROTAGONISTA CHIAMATO SUCCO DI CAROTE

Ricorriamo al digiuno igienistico e alle diete crudiste, ammettendo qualche eccezione per patate, zucche, cavolini, cavolfiori, melanzane, cereali integrali… Il centrifugato di carote, con gambo di sedano e un paio di mele, è una grande risorsa per chi ha l’intestino in disordine. Devo dire che decine e decine di casi di rettocolite sono stati guariti con queste semplici modalità.

Chiaramente ci sono diversi tipi di centrifugati da sperimentare e testare. Ho appena fatto un giro al Big C, maggiore supermercato di Bangkok. Propongono succhi freschi dove le carote vengono mescolate al passion fruit, oppure alla star-fruit e al sedano. Sempre comunque le carote protagoniste.

CHI PRODUCE AUTOGUARIGIONE E’ SEMPRE IL SISTEMA IMMUNITARIO

Non e’ poi che ci sia del magico nella carota in sé, o nei frutti speciali che andiamo ad associarle. La carota fa semplicemente da sostanza nutriente accettata nonostante la crisi intestinale, e quindi permette all’intestino di andare avanti e di disinfiammarsi a piccoli passi.

Chi è allora il vero agente di guarigione?
La risposta è sempre quella: il sistema immunitario, quando viene lasciato libero di lavorare e di condurre i suoi repulisti interni senza le interferenze dei farmaci, dei vaccini, e delle varie pratiche invasive che le varie terapie umane prevedono.
Rimango a disposizione e ti saluto.

Valdo Vaccaro

*****

LETTERA 2

IO SO DI NON SAPERE

Salve Valdo… sto leggendo con grandissimo interesse le sue tesine. Ho trovato molto bello e istruttivo il libro. La verità è che NON SI FINISCE MAI DI IMPARARE! A proposito, un grande pensatore del passato asseriva: IO SO DI NON SAPERE. Credo sia l’unico sistema per fare bene il proprio lavoro e vivere meglio! Saluti.
Luca

*****

RISPOSTA 2

PILASTRI DI SALVATAGGIO

Ciao Luca… Bellissima questa tua osservazione che arriva dai tempi di Socrate, e che è quanto mai azzeccata. Tu sei la conferma di quanto vado dicendo da anni. E cioè che tra i
medici non è affatto raro trovare uomini eccezionali, aperti, semplici e privi di spocchia. La mia, sia ben chiaro, non è retorica o banale restituzione di favori, ma un sentire autentico. La medicina, se vuole salvarsi dalla disaffezione generale e dal collasso, dovrà per forza fare leva sulle forze sane, sui veri e popri pilastri di salvataggio che esistono al suo interno e che non trovano modo di esprimersi per il clima repressivo imposto dall’Ordine.

Valdo Vaccaro

*****

LL1

MEMO

Sarò a Milano il 22 Luglio 2012 per la presentazione del mio nuovo libro Dizionario di Salute Naturale.

Ecco i dati:
Domenica 22/07 ore 17:30
Libreria Esoterica
Galleria Unione, 1 (ang. Piazza Missori)

A presto!

16/07/12
76vv

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook