Il filo diretto con l'agopuntura

lotook

In questo spazio vi parlerò di Agopuntura come medicina integrata. Partiremo da una presentazione generale della Medicina Cinese, sino ad arrivare a novità affascinanti come la diapason – Agopuntura che sfrutta l’antica combinazione dei suoni delle campane tibetane con l’Agopuntura. Tutto ciò che avreste voluto sapere sull’Agopuntura e non avete mai osato chiedere!

 

Claudio Corbellini

ARRIVEDERCI!

lotook
6/06/08

Siamo arrivati alla fine di questo blog che ci ha permesso di conoscerci; i saluti sono sempre un po’ tristi, ma fortunatamente questo non è un addio, ma solo l’inizio di nuovi modi di informarvi sui moltissimi aspetti dell’agopuntura, un mondo tutto da scoprire.

La mia collaborazione con anima.tv continuerà con interviste, articoli, video, oltre, ovviamente, al mio ruolo nel Comitato Etico . Inoltre, a settembre, uscirà il mio nuovo libro: ”Agopuntura dalla A alla Z” con Anima Edizioni.

Intanto vi lascio con una buona notizia : è finalmente iniziato un nuovo approccio alla Medicina Naturale. Qualche giorno fa ho avuto un incontro a Telenova con la dottoressa Monica Rizzi , membro della Commissione Sanità della Regione Lombardia, con il Professor Pier Giorgio Spaggiari , Direttore Generale dell’Ospedale di Cremona, che già dirigeva l’Ospedale Sacco, dove l’agopuntura è stata ampiamente applicata, e Alessandro Carletti, Vicepresidente della Federfarma Lombarda.

E’ stato un incontro molto positivo perché si è mostrata una nuova sensibilità a livello istituzionale.

Il Professor Spaggiari ha parlato di biofisica ,d’energetica , del superamento di una visione esclusivamente biochimico farmacologica della medicina. Molto significativo il superamento del tabù del trattamento dei tumori con la medicina complementare, con l’annuncio di uno studio osservazionale sulla terapia degli effetti collaterali della chemioterapia con la fitoterapia, quasi terminato con risultati significativi.

La dottoressa Monica Rizzi ha mostrato l’interesse della Regione per la Medicina Naturale, sottolineando come la Lombardia sia all’avanguardia da un punto di vista normativo. La sua sensibilità verso le problematiche della Medicina Naturale e la sua formazione – Laurea di Specializzazione Svizzera, per il Recupero dei minori abusati, che comprende una formazione in medicina naturale – le permettono di capire profondamente le grandi possibilità della medicina complementare e di rendersi conto delle enormi possibilità della Medicina Integrata.

Il dottor Carletti ha evidenziato una profonda competenza in medicina non convenzionale e la possibilità di integrare terapie farmacologiche chemioterapiche con trattamenti di medicina complementare, quali l’omeopatia e la fitoterapia , nonché l’ agopuntura .

Termino ricordandovi che l’agopuntura è molto indicata per coloro che abbiano la necessità di ridurre il carico farmacologico: epatopatici, soggetti che necessitino di plurime terapie farmacologiche, anziani. Molto utile nei soggetti con problematiche gastriche che sconsiglino l’assunzione di antinfiammatori. Un’attenzione particolare meritano le donne in gravidanza che è opportuno riducano, quanto più possibile, i farmaci e che mostrano una notevole risposta all’agopuntura, come se si sommassero le energie della madre con quelle del nascituro. Importante l’agopuntura per indurre la montata lattea e durante l’allattamento, sempre per evitare l’assunzioni di farmaci. Infine ricordiamo la notevole efficacia dell’agopuntura nel trattamento dell’ infertilità .

La diapasonagopuntura , che accoppia all’agopuntura i suoni e le vibrazioni delle campane tibetane, sta suscitando sempre maggiore interesse per la sua profonda influenza sulla psiche…

Quindi UN ARRIVEDERCI A TUTTI E A PRESTO SU anima.tv!

27.IL BRUXISMO

sqaulook
29/05/08

Il BRUXISMO , cioè l’azione di serramento o digrignamento dei denti legata all’attività dei muscoli della masticazione, è la forma più frequente e dannosa delle cosiddette ATTIVITA’ PARAFUNZIONALI DIURNE, che consistono nel mordersi le guance, la lingua, le dita, nel portare la mandibola in posizioni insolite serrando o meno i denti, nel succhiare le unghie o nel mordicchiare oggetti, quali matite o altro.

Possono avere un ruolo scatenante i problemi d’occlusione dentaria, ma la causa più frequente èpsichica, legata allo stress. Quando queste attività superano la cosiddetta “tolleranza strutturale” dei tessuti si determinano danni a livello dell’anello più debole del sistema masticatorio del soggetto, anello costituito da: articolazione temporo mandibolare, muscoli del volto, denti, paraodonto.

Abbiamo anche le ATTIVITA’PARAFUNZIONALI NOTTURNE quali il serramento e digrignamento dei denti durante il sonno; si tratta di forme inconsce e non è possibile portarle, come le diurne, a livello di coscienza.

Il bruxismo, solitamente, compare nella fase REMdel sonno, la fase dei sogni, in questi casi il paziente riferisce dolore muscolare al risveglio, contrariamente ai casi in cui si manifesta in altre fasi del sonno.

La terapia con agopuntura si affianca alle terapie odontoiatriche, infatti il serramento comporta un continuo danneggiamento dei denti con impossibilità d’effettuare trattamenti risolutivi, se non si trattano le cause psichiche.

continua

26.LA MOXIBUSTIONE

moxaok
27/05/08

La Moxibustione è la stimolazione dei punti con il calore per trasmetterlo ai meridiani. Scoperta circa 5.000 anni fa, si effettua, sia con la combustione di sostanze infiammabili, sia applicando localmentemedicamenti riscaldanti .

Il termine deriva dall’inglese, da una deformazione di moekusa, che in giapponese significa erba che brucia . Il termine cinese è jiu fa, introdotto da Confucio , che, attraverso trattamenti preventivi di moxa, godette di un benessere permanente, sino a tarda età.

Viene effettuata con l’Artemisia, erba perenne appartenente alla famiglia delle Composite tubuliflore.

Attualmente molti preferiscono usare la cosiddettamoxa senza fumo , dall’odore gradevole e che non provoca tosse, ma non tutti concordano: ad esempio, il mio amico Nogueira, il più importante agopuntore della Spagna e dei paesi di lingua spagnola, la ritiene meno efficace.

Si usano sigari di moxa, che si avvicinano al punto, allontanandoli quando il calore diventa eccessivo, si infila su appositi aghi, ma si applica sulla cute, anche direttamente o indirettamente interponendo varie sostanze come zenzeroaglio e sale. Tratta i dolori e le sindromi depressive che la Medicina Cinese definisce da stagnazione di sangue , per la sua azione mobilizzatrice. Infatti la ricerca ha dimostrato che incrementa la circolazione, che stimola la funzione respiratoria, digestiva ed il metabolismo. “Cattura” lo yang del corpo, prevenendo il collasso, rimuove le stagnazioni e le ostruzioni, incrementa la funzione cerebrale e rinforza le difese immunitarie, prevenendo le malattie e promuovendo la longevità; viene usata come disintossicante e favorisce la cicatrizzazione delle ferite.

E’ utile nel correggere la malposizione del feto.

continua

25.IL MASSAGGIO RACHIDEO

25_corb
23/05/08

Il massaggio rachideo viene effettuato in corrispondenza delle vertebre e delle aree paravertebrali, cui corrispondono, in profondità, il midollo, le radici spinali, inervi spinali. In tali zone decorrono sia il canale del DU MAI, che controlla tutto lo Yang del corpo, che le branche, mediale e laterale, della vescica ed i punti extra HUA TUO AJI, che decorrono su due linee parallele al DU MAI, localizzato sulla linea mediana passante sopra le apofisi spinose.

E’ indicato nelle patologie rachidee, sia in caso di artrosi che ernie, risolvendo le contratture muscolari paravertebrali e gli stimoli riflessi che determinano; ha, inoltre, una notevole efficacia sull’ansia e ladepressione. Per la sua notevole capacità di indurrerilassamento e benessere, è ottimo nella terapiaantistress. Ha una notevole azione di riequilibrio energetico, perché, oltre a trattare il DU MAI, che coordina tutto lo yang, tratta i punti SHU DORSALI, localizzati sulla branca mediale della vescica, fondamentale sistema di regolazione degli organi corrispondenti e del loro psichismo.

E’ la sensibilità del medico che permette di eseguire il massaggio nel modo migliore ed è molto importante l’empatia con il paziente. Il punto e la zona circostante, quando arriva l’energia, divengono da contratti a rilassati e morbidi, da molli ed atonici, a tonici e consistenti.

Al termine del massaggio rachideo si può eseguire un massaggio finale sia sull’addome stimolando il cosiddetto Dan Tien, situato nella parte centrale dell’addome inferiore di sotto all’ombelico, per migliorare l’elaborazione dell’energia, sia i punti 14 Fegato QIMEN, punto terminale della circolazione energetica e 1 polmone, punto iniziale nonché il percorso che li unisce per agevolare la circolazione energetica.

continua

23.AGOPUNTURA E ONCOLOGIA

23_ulivo
14/05/08

L’agopuntura, nel trattamento dei tumori, non va intesa come unica terapia, ma essenzialmente come supporto alle terapie occidentali. L’azione non è limitata al dolore, con riduzione della terapia farmacologica, miglioramento della qualità di vita e sollievo psicologico, come confermato da numerose ricerche, ma è utilissima nell’ansia, nella depressione e nell’insonnia nei pazienti con tumore. Inoltre trova indicazione anche sul piano del supporto nutrizionale, in pazienti con anoressia e cachessia neoplastica e nel migliorare la funzione intestinale.

L’indicazione principale è il trattamento degli effetti collaterali della chemio e radioterapia. Ha anche un effetto immunomodulante ed immunostimolante, come riportato già alla fine degli anni 80’ in un mio intervento ad un Convegno organizzato al Collegio Borromeo, con il patrocinio dell’Università di Pavia e del Policlinico San Matteo su esperienze italiane e studi cinesi.

Indicata nel trattamento del linfedema, che insorge dopo mastectomia e linfoadenectomia nei tumori della mammella. Una ricerca condotta presso l’Oncologia Medica dell’Università dall’Aquila, in donne curate con Tamoxifene per Cancro Mammario, ha mostrato un netto miglioramento dei disturbimenopausali, indotti da tale terapia. In Italia è stato effettuato dai Prof. Roberto Pulcri e Nicolò Visallidel Master di Agopuntura dell’Università di Tor Vergata di Roma uno Studio osservazione dell’efficacia clinica dell’Agopuntura nel trattamento degli effetti avversi dei chemioterapici, in cui i cicli d’agopuntura hanno ridotto nausea e vomito con un’efficacia variabile tra 80-85%, con risultati positivi anche per le condizioni generali, astenia, inappetenza, insonnia, disturbi dell’alvo.

continua

24.MEDICINA OCCIDENTALE E AGOPUNTURA NEL TRATTAMENTO ONCOLOGICO

24_sole_mare
10/05/08

Negli Stati Uniti esistono numerosi centri che effettuano trattamenti di Medicina Occidentale integrati con l’agopuntura. Uno studio pilota del Servizio di Medicina integrata di un ospedale newyorchese per verificare l’efficacia dell’agopuntura nei confronti dell’astenia marcata insorta in pazienti che hanno effettuato trattamenti chemioterapici ha riscontrato che un ciclo di otto sedute alla cadenza di una, due la settimana, ha determinato nel 95% dei soggetti un miglioramento dell’astenia di oltre il 30%, nei pazienti con meno di 65 anni il miglioramento è stato del 40%. In alcuni soggettil’astenia è scomparsa.

La mia esperienza e quanto riferitomi da agopuntori che si occupano in Cina d’oncologia, mostrano risultati migliori con un maggior numero di sedute. I cicli effettuati a New York sono troppo brevi, in quanto unciclo standard è di 10 sedute e nei pazienti con tumori affetti da astenia, l’indicazione è di 12-14.

Al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center l’agopuntura viene ampiamente utilizzata nel dolore. Barry Cassileth eGary Deng raccomandano: ”una giudiziosa integrazione” al fine di ridurre i sintomi fisici e psichici, aumentare la qualità di vita e migliorare la relazione medico-paziente.

Andrea Cohen, oncologo dell’Università del Colorado, conclude una sua ampia rassegna sui risultati delle terapie con agopuntura in malati di cancro con la seguente raccomandazione: ”Alla luce della nostra attuale comprensione dell’agopuntura e della sua efficacia, è ragionevole suggerirne l’uso per pazienti con difficile controllo degli effetti collaterali della terapia, come dolore, fatica, nausea e vomito e disturbi dell’umore”.

continua

22.LA DIAPASONAGOPUNTURA

22_agodiap
9/05/08

La diapasonagopuntura nasce dalla combinazione dell’agopuntura con il diapason che riproducono esattamente la vibrazione e il suono delle campane tibetane. Si esegue un trattamento di agopuntura classico, frutto di un’analisi fisiopatologica del paziente, integrato con ladiagnostica occidentale. Poi si scelgono due canali d’agopuntura da trattare e vengono fatti vibrare i diapason corrispondenti, che entrano in contatto con l’ago che quindi, oltre a facilitare la conduzione del suono nei canali, assume la stessa vibrazione del diapason.

Il suono e le sue vibrazioni risultano molto efficaci in quanto siamo in grado di raggiungere le componenti emozionali più profonde. Le prime “emozioni” che raggiungono gli esseri viventi sono trasmesse da mezzi elastici, quali l’acqua del mare, il liquido amniotico e sono di tipo ritmosonico (musicale), come il battito del cuore materno.

L’evoluzione degli esseri viventi ha determinato un progressivo aumento del livello di coscienza che è passata da una coscienza puramente emozionale, necessaria per la sopravvivenza e la perpetuazione della specie, sino a raggiungere la consapevolezza di sé, con una psicologizzazione delle emozioni medesime che sono gli archetipi più profondi della nostra personalità.

Il trattamento aumenta notevolmente l’efficacia dell’agopuntura ed è molto indicato nelle forme psichiche, quali stress, ansia, depressione, insonnia e somatizzazioni varie. Si sono ottenuti ottimi risultati anche nella fibromialgia e nei dolori senza causa apparente, che in genere sono i più difficili da trattare con l’agopuntura. Si tratta di una pratica antica, iniziata migliaia d’anni fa in Tibet e tuttora applicata, ovviamente con le campane tibetane.

Per approfondimenti vai a : Agopuntura e diapason 

continua

21.MASSAGGI PER L’INFANZIA

21_bimbi
6/05/08

neonati prematuri o sieropositivi , con i massaggi , aumentano di peso più velocemente e dormono più tranquillamente.

La Medicina Cinese dà molta importanza alla salute dei genitori per il benessere del bambino, infatti se i genitori concepiscono quando sono vecchi, o malati, il figlio avrà una costituzione debole, come nel caso che la madre abbia assunto troppi farmaci durante la gravidanza, anche per questo motivo è opportuno curarsi con l’agopuntura in gravidanza. La salute del nascituro può risentire anche degli stress avvenuti durante la gestazione .

La dieta é la causa più frequente di malattie nell’infanzia, ad esempio la sostituzione precoce del latte materno con il latte artificiale può causare deficit digestivi. L’eccesso di latte artificiale può determinare umidità e catarri.

Le emozioni possono causare malattie nell’infanzia, ma in modo diverso dall’età adulta. Infatti i problemi emotivi sono spesso causati dalle situazioni famigliari , come le tensioni fra i genitori, una educazione rigida o genitori troppo esigenti. Tutte queste situazioni possono lasciare un’impronta sulla psiche del bambino e possono essere causa di problematiche che si manifesteranno successivamente.

continua

20.MALPOSIZIONE DEL FETO E PARTO

20_cicogna
30/04/08

Uno studio, pubblicato nel 1998 sulla rivista medica Jama, su 130 pazienti trattate ed un gruppo di controllo della stessa entità, ha confermato la validità del trattamento in caso di malposizione del feto. Si tratta il punto 67 Vescica Urinaria, situato all’angolo ungueale esterno del quinto dito del piede. Alcuni autori consigliano l’uso del solo ago, altri la stimolazione con moxa, come nella ricerca.

Secondo molti autori l’efficacia maggiore è con agopuntura e moxa combinate. Vanno effettuate ecografie al fine di verificare la posizione prima e dopo la terapia, che è da effettuarsi, ovviamente, a fine gravidanza, quando la presentazione del feto sia stabilizzata, in stretta collaborazione con il ginecologo. Il trattamento è quotidiano sino ad ottenere il risultato. La paziente deve essere coricata, con abiti larghi che non intralcino il riposizionamento del feto, in un ambiente tranquillo e confortevole. Un anno fa, ad una lezione collettiva al Corso di Perfezionamento in agopuntura dell’Università di Milano, abbiamo proposto che al trattamento del 67 V.U. sia aggiunto un intervento di riequilibrio energetico della gravida.

Per quanto riguarda il parto stesso, la ricerche e le esperienze danno risultati contrastanti nell’induzione del parto e nel controllo del dolore, questo, a mio parere, dipende dalla difficoltà dell’esecuzione dell’intervento stesso e, in alcuni casi, dalla inesperienza dell’équipe. S’interviene per regolarizzare le contrazioni, al fine di accelerare il parto e renderlo meno doloroso. I risultati sono comunque discreti, ma le aspettative non devono essere eccessive.

continua

19.AGOPUNTURA IN GRAVIDANZA

19_grav
28/04/08

E’ un’osservazione comune agli agopuntori che il trattamento delle donne incinta sia particolarmente efficace; infatti la donna ha unarisposta notevole all’agopuntura, come se si sommassero le sue “energie” con quelle del nascituro. Il trattamento deve essere, peraltro, effettuato da agopuntori particolarmente esperti, sia perché esistono punti “proibiti”, durante i vari mesi della gravidanza, sia per la sovraccitata particolare reattività.

Occorre evitare di stimolare l’energia, essendo la polarità opposta alla gravidanza, che é una progressiva materializzazione del feto. L’agopuntura é preziosa nelle faringiti, bronchiti, influenze o altre malattie infettive in gravidanza, per limitare l’uso dei farmaci. Nelle maggior parte dei casi si determina la guarigione in breve tempo, sia per l’alta efficacia dell’agopuntura nelle malattie infettive, sia per la descritta eccellente risposta al trattamento delle donne gravide. Considerazioni analoghe valgono per le ALGIE IN GRAVIDANZA, sia da artrosi, che di varia origine.

continua