Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

25.IL MASSAGGIO RACHIDEO

Il massaggio rachideo viene effettuato in corrispondenza delle vertebre e delle aree paravertebrali, cui corrispondono, in profondità, il midollo, le radici spinali, inervi spinali. In tali zone decorrono sia il canale del DU MAI, che controlla tutto lo Yang del corpo, che le branche, mediale e laterale, della vescica ed i punti extra HUA TUO AJI, che decorrono su due linee parallele al DU MAI, localizzato sulla linea mediana passante sopra le apofisi spinose.

E’ indicato nelle patologie rachidee, sia in caso di artrosi che ernie, risolvendo le contratture muscolari paravertebrali e gli stimoli riflessi che determinano; ha, inoltre, una notevole efficacia sull’ansia e ladepressione. Per la sua notevole capacità di indurrerilassamento e benessere, è ottimo nella terapiaantistress. Ha una notevole azione di riequilibrio energetico, perché, oltre a trattare il DU MAI, che coordina tutto lo yang, tratta i punti SHU DORSALI, localizzati sulla branca mediale della vescica, fondamentale sistema di regolazione degli organi corrispondenti e del loro psichismo.

E’ la sensibilità del medico che permette di eseguire il massaggio nel modo migliore ed è molto importante l’empatia con il paziente. Il punto e la zona circostante, quando arriva l’energia, divengono da contratti a rilassati e morbidi, da molli ed atonici, a tonici e consistenti.

Al termine del massaggio rachideo si può eseguire un massaggio finale sia sull’addome stimolando il cosiddetto Dan Tien, situato nella parte centrale dell’addome inferiore di sotto all’ombelico, per migliorare l’elaborazione dell’energia, sia i punti 14 Fegato QIMEN, punto terminale della circolazione energetica e 1 polmone, punto iniziale nonché il percorso che li unisce per agevolare la circolazione energetica.

continua..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lascia un commento con Facebook