La comunicazione energetica

Esplorare l’uso consapevole dell’energia, attraverso la scoperta della nostra capacità di essere creatori e molto altro ancora…

Rossella Panigatti

 

Rossella_Panigatti

12.UN MESSAGGIO PER EVITARE DI AMMALARSI

Cari ricercatori ,

Ho studiato a lungo le manifestazioni e il significato della malattia dal punto di vista dell’energia (vedi: “I sintomi parlano” – Ed. TEA), dunque mi era ben chiaro il fatto che una tensione nella vita genera una conseguente manifestazione patologica.

Decodificare il linguaggio del sintomo , cioè comprendere in termini di comunicazione il messaggio della malattia , è uno strumento efficace: ci permette di comprendere la vera causa che ha determinato lo squilibrio energetico, o il muro , come lo definisco, che blocca il flusso e non fa giungere le informazioni in quella parte della vita della persona. Ci permette anche di risalire alla decisione primaria che ha creato tensione. Negli anni ho potuto verificare l’esattezza e la precisione di questa modalità di decodifica; inoltre, il saper la causa che aveva generato lo stress forniva alla persona un indubbio aiuto per cambiare. Tuttavia, cercavo uno strumento che permettesse di identificare ilmuro energetico prima che arrivasse al fisico, cioè qualcosa che segnalasse lo squilibrio già a livello emozionale. E così ho pensato di prendere in considerazione i disagi, dalla paura alla disistima, dal non sentirsi amati al senso di esclusione … meravigliosi, illuminanti disagi,consiglieri interiori che, di solito, cerchiamo di ignorare perché ci fanno sentire deboli e inetti.

Perché proprio i disagi? Perché spesso ci permettiamo di fermarci proprio quando le nostre relazioni affettive o lavorative hanno una battuta d’arresto. Il fatto di star male ci obbliga a smettere di correre e ci portano a chiederci cosa non vada.

continua

28/05/08
lolaok

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook