La comunicazione energetica

Esplorare l’uso consapevole dell’energia, attraverso la scoperta della nostra capacità di essere creatori e molto altro ancora…

Rossella Panigatti

 

Rossella_Panigatti

53.CAUSE DI SQUILIBRIO DEL SETTIMO CHAKRA

Cari ricercatori,

cosa genera i muri a questo livello?

Magari nostro padre era assente, o era troppo autoritario e impositivo, o non ci prestava l’attenzione di cui avevamo bisogno… il risultato è sempre lo stesso, decidiamo che lui non ci ama e chiudiamo il Chakra della Corona.

Di solito nella nostra tradizione è il padre a dare la direzione, a indicarci quello che dobbiamo fare, ma il ragionamento vale anche qualora la figura fosse un’altra (di solito la mamma).

La relazione con chi ci ha dato la direzione diventa poi il modello del legame che instaureremo con l’autorità in generale.

E’ ovvio che, se abbiamo vissuto in modo conflittuale il primo rapporto, ci sarà difficile credere che il secondo sia migliore, che l’autorità sia dalla nostra parte e che ci dia indicazioni solo per il nostro bene e non per il gusto perverso di negarci ciò che ci sta a cuore. La subiremo o ci ribelleremo, non accettando alcuna ingerenza nella nostra vita, neanche quelle che potrebbero aiutarci. Non avremo comunque un atteggiamento equilibrato verso le manifestazioni dell’autorità.

Il rapporto con l’autorità diventa poi il modello della nostra relazione con Dio, con l’Universo o con un ordine superiore. Se chiudiamo il Settimo Chakra ci sentiremo abbandonati da Dio o, peggio, traditi da Lui.

Il senso di alienazione dall’amore del padre, dunque, ha l’effetto di separarci da Dio. Ci consideriamo non degni del Suo amore e, quindi, colpevoli della massima colpa; sentiremo la necessità di nasconderci da Lui e, di fatto, lo faremo, negandoci e non riconoscendo la nostra essenza divina.

continua

12/09/08
PdreFiflioOK

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook