Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

50. ESSERE SPIRITUALI

22/09/20

Essere alla ricerca della nostra spiritualità vuol dire avere acquisito la consapevolezza che ciò di cui siamo fatti non è solo il nostro corpo e i nostri pensieri. Quando capiamo ciò, rimaniamo folgorati, abbiamo la nostra “epifania”, ciò ci induce a metterci in cammino alla scoperta del nostro mondo interiore. Il nostro procedere non è sempre lineare. A volte dobbiamo combattere dentro stanze buie cercando la Luce, a volte percepiamo l’onda luminosa che viene verso di noi e ci sentiamo fluidi: non c’è più sforzo nelle nostre azioni. Ma quando ci incamminiamo siamo sempre solitari, all’inizio ci sembra che nessuno condivida il nostro viaggio, poi a poco a poco arrivano persone che dicono le nostre stesse parole, provano ciò che proviamo, hanno fatto le nostre stesse battaglie. Solo allora siamo pronti a condividere i nostri pensieri all’interno di questa cerchia che ci accoglie come pari.

La spiritualità ci rende più coraggiosi e quindi più fiduciosi. Se raggiungere la consapevolezza della propria Luce interiore illumina la nostra strada, noi a nostra volta dovremmo essere fari per chi ancora è dimentico di ciò che è realmente. Non parlo di convertire ma di essere in ogni momento della nostra vita, nella nostra quotidianità, sempre, solo così noi diventeremo fiammelle che illuminano il cammino a chi si è perso. È così che, partendo da noi, cambieremo la realtà, portando solo Amore lungo la strada che è la cosa più luminosa che può fare da guida a chiunque.

Da un punto di vista dell’Anima la spiritualità è ciò che vibra all’unisono con il Divino. Quando essa è accesa l’Uomo è connesso con Dio. È come se l’Uomo possedesse un senso diverso dagli altri: la vista lo mette in contatto con il mondo esterno; il gusto lo mette in contatto con la dimensione del sapore, la spiritualità fungendo da antenna del profondo, lo mette in contatto con la dimensione del divino. Ognuno ce l’ha, ma molti non hanno né la percezione, né la consapevolezza e non la usano.

La preghiera non basta a mettere in funzione questo senso sottile, poiché è importante come si prega e cosa si prega. Se è semplicemente un elenco di desideri o una lamentosa ricerca di alleviare la realtà: questa preghiera non connette, non attiva questo senso. Neppure la preghiera detta ripetutamente come suono senza che la persona sia “dentro” a questo suono o addirittura viene detta mentre si sta pensando ad altro. La Spiritualità è vivere e sentire il Divino, non è la fede cieca, è l’esperienza stessa: provi ciò che senti e ciò che credi. Allora dobbiamo renderci conto che la spiritualità è principalmente esperienza vissuta. È qualcosa che ogni individuo può vivere solo per sé, ma che ci rende simili e fratelli nel concetto dove “Tutto è uno”.

Purtroppo quando la spiritualità si maschera da religione, gli uomini si dividono. Per ciascuno di loro ciò in cui credono è l’Unica strada, l’Unica via. Le religioni possono essere causa di guerre, la spiritualità mai. Se la spiritualità si dà regole, gerarchie, officianti diventa chiesa e cominciano ad alzarsi muri enormi che dividono, tutti a sostenere che il loro è l’unico Dio da seguire. L’uomo alla ricerca di se stesso non può che incontrare il proprio Dio interiore, la propria Luce, è un cammino lungo e a volte periglioso, ma il miglior modo per arrivarci è affidarsi senza affanno. L’incontro avviene quando non si ha alcuna aspettativa, quando dentro di noi non c’è fretta, siamo solo vasi aperti per ricevere ciò che l’energia ha pronto per noi e in quel caso le risposte arriveranno a noi senza bisogno di fare alcuna domanda.

In pratica

Molte delle persone che incontro e che desiderano trasformare la propria vita quando si mettono in cammino vorrebbero essere gratificate dagli altri subito. Vorrebbero sentirsi diverse, vorrebbero che gli altri le vedessero diverse: più luminose, più sagge, più belle. Vorrebbero sentirsi dire che sono brave, meritevoli, fantastiche: vorrebbero la loro ricompensa per quello che stanno facendo: alzarsi prima al mattino, fare meditazione, fare esercizi energetici, mangiare sano o altro. Purtroppo non funziona così. Ciò che facciamo per trovare la nostra luce interiore è la ricompensa. Più cerchiamo consenso e più vanifichiamo ciò che abbiamo fatto. La motivazione dell’azione fa la differenza. Fare meditazione al mattino è già un premio. L’esercizio che consiglio, per mettere in pratica un approccio alla nostra spiritualità, è che qualsiasi cosa facciamo lo dobbiamo fare solo per noi, non cerchiamo il consenso. Se meditiamo tutte le mattine, la nostra motivazione sarà restare in ascolto di ciò che ci viene detto, ascoltare le nostre sensazioni, sentire l’espansione del nostro essere e lasciarci andare all’energia e a ciò che vibra dentro di noi. In quello spazio interiore noi raggiungiamo vette altissime solo se il nostro bagaglio è leggero. Buttiamo le zavorre del consenso esterno e la ricompensa sarà immediata.

La floriterapia ci può aiutare nel nostro cammino verso la spiritualità; consiglio l’essenza Himalayana Flight che aiuta a equilibrare e rivitalizzare il nostro 7° Chakra, che è la nostra connessione con il Cosmo. Questo Chakra è legato alla ghiandola pineale, che si attiva di notte durante il sonno e produce la Melatonina. Per gli Orientali qui ha sede il Sé: centro della comprensione e della conoscenza.

Questa essenza combatte il vuoto interiore, i malesseri esistenziali e aiuta a trovare un senso nella vita e porta alla scoperta del nostro profondo che si apre al divino. Prendetene due gocce al giorno direttamente sulla lingua.

Jose Maffina

 

Autrice de I codici della felicità

Libro-Maffina-codici-felicita

 

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/come-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook