Monthly Archives: ottobre 2010

132. IL GUERRIERO PARLA DELL’UMILTA’

Il continuo riferimento all’umiltà come qualità che il guerriero deve coltivare non è semplicemente un discorso d’effetto. Perciò desidero parlarne in maniera più specifica. La principale caratteristica della nostra personalità egoica è la presunzione, tanto più grande, quanto maggiore è l’insicurezza interiore, il vuoto affettivo, la mancanza di valore, il bisogno di essere riconosciuti. L’umiltà,… Read more »

131. IL GUERRIERO E GLI ERRORI DELLA RICERCA SPIRITUALE

Puntualmente ritorno su questo argomento perché non mi sembra mai sufficiente parlarne, soprattutto in questa fase storica in cui “la cultura della spiritualità” si svende dovunque. Naturalmente desidero precisare che ne parlo da “comune ricercatore” e senza alcuna pretesa d’insegnare alcunché. Le trappole della spiritualità e gli errori infatti mi riguardano da vicino. La mia… Read more »

130. IL GUERRIERO E LA NEGLIGENZA

Più si avanza nella Via del Guerriero, più le trappole diventano sofisticate. Il guerriero finisce con lo sviluppare una sicurezza e una fiducia in se stesso che nascono da reali conquiste nell’ambito della sua personalità e della sua essenza. Egli va direttamente al cuore delle cose, coglie il nucleo dei problemi e delle situazioni, muovendosi… Read more »

129. IL GUERRIERO E IL PIACERE

La base del piacere è la percezione della pulsazione vitale del nostro corpo, percezione il cui veicolo essenziale è la respirazione cosciente e fluida. Non ci illudiamo di poter inseguire il piacere, senza questa percezione consapevole. Il piacere è uno stato, non è un obiettivo da raggiungere. Se non si è vivi nel proprio corpo non… Read more »