Monthly Archives: giugno 2011

163. IL GUERRIERO E LE PAROLE

163. IL GUERRIERO E LE PAROLE

Il linguaggio affonda le sue radici nei movimenti vitali ancestrali dell’essere umano, che si collegano agli impulsi del plasma cellulare alle origini delle prime forme viventi. Per tale motivo il suono, e quindi la parola, incide profondamente sugli Uomini. Ma spesso non ce ne rendiamo conto e subiamo una sottile e infida ipnosi attraverso l’uso… Read more »

162. IL GUERRIERO E LA PERMALOSITA’

162. IL GUERRIERO E LA PERMALOSITA'

Essere permalosi è uno dei segnali più evidenti di un ego che non ammette di essere imperfetto e di poter sbagliare. Appena vi accorgete che, di fronte ad una critica, la vostra reazione è di sentirvi contrariati, di dovere ribattere ad ogni costo e di sentirvi montare la rabbia, dovete subito fermarvi, respirare e… tacere…. Read more »

161. IL GUERRIERO RISCHIA DI ESSERE INDULGENTE CON SE STESSO

La qualità dell’umiltà caratterizza certamente il guerriero. Essa si manifesta nella capacità di vedere i propri limiti, di saperli osservare con equanimità e di accoglierli. Ma non ci si può fermare a questo punto. Il processo precedente serve a compiere il passo successivo che consiste nel superarli, trasformando quelle parti di sé. La sottile insidia… Read more »

160. IL GUERRIERO E LA PSICOSINTESI

Desidero rendere omaggio a Roberto Assagioli, un grande Maestro che in Italia non è stato sufficientemente riconosciuto, mentre invece negli Stati Uniti è considerato il vero precursore della Psicologia Transpersonale e Integrale. Egli è il creatore della Psicosintesi, che chiamò anche Biopsicosintesi, definizione che io preferisco perché inserisce la dimensione corporea e vitale. Il tema… Read more »