La Nobile Via del Guerriero

Il Guerriero è il simbolo dell’uomo nobile e coraggioso che cerca con autentica sincerità la sua essenza, non solo per se stesso, ma per risvegliare nuova coscienza nella Terra.

Ognuno di voi può fare questa scelta e iniziare a VIVERE.

Roberto Maria Sassone

Roberto Maria Sassone

60. IL GUERRIERO ED IL CUORE – III PARTE

Dice Sat prem: “L’evoluzione non consiste nel diventare sempre più santi o più intelligenti, ma nel diventare sempre più coscienti (…) La scoperta dell’anima (centro del cuore) è solo l’inizio di un altro viaggio che si compie nella coscienza, anziché nell’ignoranza.”

Nello yoga Integrale di Sri Aurobindo e Mère, un’importanza fondamentale nel processo di trasformazione individuale è attribuita alcentro psichico. E’ il nome che essi danno all’anima individuale che si forma e si sviluppa nel susseguirsi delle incarnazioni. Il centro psichico è collegato al centro del cuore ed è il catalizzatore ed il trasmutatore della Coscienza-Forza del Divino.

E’ veramente difficile trovare parole per esprimere processi così avanzati che presuppongono un minimo di esperienza diretta del fenomeno che ho descritto. Ma ciò che ci interessa in questa sede è cheil Cuore è il motore dell’Aspirazione, senza il quale non ci si collega con i piani dell’Essere. Il Cuore o centro psichico chiama la Coscienza di Verità dai piani più alti; la coscienza di verità è una qualità dell’Essere che riattiva la verità là dove c’è la menzogna, l’ignoranza, la disarmonia, che altro non sono che coscienza involuta.

Non dobbiamo dimenticare mai che tutto è coscienza, compresa la materia ed anche ciò che chiamiamo “male“. La nuova fase evolutiva dell’umanità contempla l’apertura del cuoreche consente contemporaneamente di passare dall’identificazione con l’ego al’identità dell’essenza e di ricollegarsi con l’oceano dell’Essere.

Continua

30/03/09
60. IL GUERRIERO ED IL CUORE - III PARTE

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook