La Nobile Via del Guerriero

Il Guerriero è il simbolo dell’uomo nobile e coraggioso che cerca con autentica sincerità la sua essenza, non solo per se stesso, ma per risvegliare nuova coscienza nella Terra.

Ognuno di voi può fare questa scelta e iniziare a VIVERE.

Roberto Maria Sassone

Roberto Maria Sassone

203. IL GUERRIERO E LA NUOVA PSICOLOGIA

Vorrei riuscire a far comprendere a coloro che si definiscono studiosi ed esperti, soprattutto nel settore della psicologia, che la spiritualità non è argomento evanescente di fede, ma una vera e propria scienza della coscienza. Essa riguarda intimamente la natura dell’Uomo e il suo sviluppo psicologico ed esistenziale.

Un giorno, ciò che noi chiamiamo adesso spiritualità sarà una branca fondamentale della scienza e sarà proprio la fisica a esplorare i piani dell’universo pluridimensionale, e la psiconeurofisiologia ad esplorare i piani della nostra coscienza.

Intanto attraverso la pratica continua e costante della meditazione si possono riscontrare cambiamenti significativi nella percezione di sé e nella relazione con gli altri e con l’ambiente. Si accresce all’interno di sé uno spazio di coscienza autocentrato ed inclusivo che consente di mantenere uno stato di pienezza solida, anche nelle avversità, nel dolore e nella paura.

Il centro di coscienza viene trasferito gradualmente dall’ego, dalla personalità, dal carattere, all’essenza o centro psichico. L’essenza individuale si esprime attraverso i canali della personalità, dando voce alle sue istanze profonde.
Quando la spiritualità entrerà a far parte della psicologia con piena dignità, allora la psicologia sarà davvero una scienza completa, integrale e olistica.
Ma per far questo la spiritualità dovrà essere ripulita dalle insulse stupidaggini della new age e dagli osceni integralismi religiosi.
Dovranno essere smascherati i piazzisti dello spirito, i fanatici che continuano a fare proselitismo, i venditori porta a porta dell’illuminazione. Avranno vita breve, ormai, perché la Nuova Coscienza comincia a diffondersi e i giovanissimi non hanno l’ingenuità di noi adulti che camminiamo con il naso per aria, desiderosi di farci abbindolare da guru dorati e da politici viscidi.

E’ giunto il tempo che la psicologia esca dalle sue scuole settarie, ognuna convinta di avere la conoscenza dell’uomo. E’ tempo che le scuole collaborino fra di loro, integrando le loro conoscenze parziali. E’ tempo che nasca la psicologia integrale che includa necessariamente lo spazio interiore del cuore.

12/06/12
203. IL GUERRIERO E LA NUOVA PSICOLOGIA

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook