Istruzioni per gli Angeli

Ecco qua alcune brevi «istruzioni per l’uso», a commento della sezione ANGELI (e colgo l’occasione per ringraziare la casa editrice Frassinelli, che ha concesso a anima.tv di utilizzare alcuni brani di un mio recente libro sull’argomento). Con il link che trovate qui sotto, potete scoprire quali Energie angeliche agiscano in ciascun giorno dell’anno, e in che modo le Energie del giorno in cui siete nati determinino certi aspetti della vostra personalità, dei vostri naturali talenti, della vostra vocazione, a voi già nota o magari ancora segreta. La fonte di queste corrispondenze tra i giorni e il destino si trova nelle tradizioni della Qabbalah, antiche e densissime; e appunto in queste tradizioni vorrebbe spaziare il mio blog. Ciò che ne dirò qui sarà molto semplice, vi garantisco; ma, naturalmente, «molto semplice» non significa molto facile.

Come forse vi sarete già accorti nelle vostre personali ricerche spirituali, le cose semplici sono spesso, per la moderna mente razionale, le più complicate.

E a mio parere c’è un solo modo di scoprirle, di intenderle meglio: non aver paura di diventare anche noi più semplici, più intuitivi, più liberi dalle nostre complicatissime abitudini di pensiero. Non aver paura di allontanarsi da quel che a molti, oggi, sembra vero, necessario, logico, o magari intangibile; non aver paura, soprattutto, della nostra capacità di sentire, scoprire, esperire semplicemente l’invisibile attraverso i simboli che lo narrano.

Igor Sibaldi

Igor Sibaldi

9.YOD

In ebraico: Yod. È una semiconsonante, come la i di «iato». È il geroglifico dell’attenzione estroversa, del dito che indica, della visibilità, del manifestarsi concreto e durevole.

Yod è anche il geroglifico del creare, nel senso più pratico e più letterale di questo termine:creo viene dal latino, e vuol dire «concreto una res», una cosa; trasformo, cioè, un’idea, un pensiero in una realtà visibile, durevole. Non per nulla vi è una yod all’inizio del nome di Yahweh: nei primi due capitoli della Genesi si narra che ’Elohim («Dio») concepì le forme del mondo e dell’umanità, dopodiché Yahweh («il Signore»), «plasmò l’umanità con la polvere del suolo» (Genesi 2,7). E il Nome di Yahweh corrisponde a questo talento creativo: i geroglifici che lo compongono sono

inmezzo

YHWH. La H è, come vedremo, il geroglifico della vita e dell’invisibile: YAH vuol dire dunque «io creo, rendo visibile la vita ancora invisibile». La W è invece il geroglifico del nodo, del blocco: dunque il Nome intero di YHWH viene a significare:

«Io rendo visibile la vita invisibile e la blocco nella forma che le ho dato».

Proprio come fa un artista nell’ultimare un’opera, o uno scienziato nel fissare una formula, una legge. Nell’Angelo di questi giorni, Yeyaze’el, la yod è addirittura raddoppiata e seguita da una Z, il geroglifico del mirare dritto a un obiettivo: il Nome raffigura un insopprimibile desiderio di creare (o di crearsi), di far apparire (o di apparire), e una magnifica determinazione nel seguire il proprio talento. Vi piace? Pensate all’Energia di Yeyaze’el, tutte le volte che vorrete fare qualcosa di bello, che piaccia a moltissimi, e provate a chiedergli il coraggio, la Z, senza cui la creatività rischia di disperdersi, di ripiegarsi su se stessa.

zetaokIn ebraico: Zain. Ha il suono della s di rosa. È il geroglifico della freccia che vola verso il bersaglio; del raggio di sole che percorre milioni di miglia per scintillare su uno specchio; dello sguardo che coglie un dettaglio. Zain è tutto ciò che tende a uno scopo: vuole, conosce, e conquista cose o persone, op-pure sfugge e libera da una costrizione.

continua

9/10/08
yod

Un commento a “9.YOD”

  1. Francesca

    buongiorno.. sono lieta di sapere che esistono persone che, come te penso, carismatiche e che dietro i tuoi approfondimenti, dietro il tuo carattere, ci siano discorsi validi di attenzione e riflessione per la nostra crescita..
    non ho letto molto di te ma c’è il mio sentore interiore che mi induce ad approfondire… come faccio a “scoprirmi per avere una maggiore consapevolezza” ..mi puoi aiutare.. (Francesca 28.12.1970 ore 00,20 circa)

    Rispondi

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook