Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

149. IL GUERRIERO AGISCE E SI SPOGLIA

149. IL GUERRIERO AGISCE E SI SPOGLIA

Il guerriero è fondamentalmente portato all’azione, e ciò riguarda anche la sua ricerca interiore. Ma la sua azione ha solide radici perché nasce da un’adeguata preparazione.

Egli approfondisce le vie spirituali tradizionali, ne conosce la teoria e i principi, ma preferisce sperimentare direttamente in maniera continua e con determinazione.

Sa che c’è molta distanza tra i principi e la pratica. E’ anche consapevole che ha valore solo ciò che ha realizzato. Quindi non si arroga il diritto di sfoggiare una grande conoscenza e se parla delle vette dello spirito, lo fa citando i maestri e con estrema umiltà.

In ogni Via Tradizionale si parla di Unità, ma esiste anche il nostro relativo in cui ci muoviamo e quell’Unità è per noi un vago profumo.

Il guerriero quindi conosce, sperimenta e osserva.
Percorrendo la Via, il guerriero si spoglia sempre di più fino a restare nudo. Questa è la sua forza!
Non vuole essere bravo, saggio, sapiente…
Quanto sollievo dà questa assenza di pretese!

Che pace, che leggerezza! Non dover dimostrare più niente ci rende inattaccabili…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lascia un commento con Facebook