L'Abbraccio che Libera

Con questo blog desidero risvegliare la consapevolezza sul potere dell’abbraccio come modalità di difesa nei confronti di se stessi e degli altri. Comprendere come abbracciare teneramente ogni nostra e altrui debolezza, paura, dolore, ogni lato oscuro che vorremmo non avere, ogni evento e situazione difficile, ogni nostro pensiero ed emozione, ci permetterà di realizzare la magia di quella morbidezza necessaria per fluire liberi con la Vita, quella morbidezza indispensabile per riuscire a entrare in quell’eterno presente che è la porta del Regno dei Cieli.

Carlotta Brucco

Carlotta-Brucco-BN2

13. CHIAMA TUTTO AMORE

Non esiste nulla al di fuori di Dio. Tutto ciò che appare altro è illusione.
Non esiste nulla al di fuori dell’amore. Tutto ciò che appare altro è illusione.

Anche il dolore è amore? … Sì. Sembra un controsenso, ma è così. Il problema non è capirlo, ma scoprirlo su di sé, sentirlo con profonda consapevolezza.

13. CHIAMA TUTTO AMOREForse occorre essere un po’ folli per riconoscere questa meravigliosa forza impregnare i lati più oscuri del reale, ma l’occhio che sa vedere avrà un cuore aperto per sentire che c’è solo amore.

Un esercizio per i più coraggiosi, quelli che non hanno paura di andare oltre ciò che appare: lasciarsi amare dal dolore.

Per esempio, quando il cuore fa male, invece di chiuderlo,apritelo ancor più. Provate a riconoscere che quella sensazione che chiamate dolore si chiami invece amore e abbandonatevi.

Il dolore è amore che sotto forma di fuoco brucia ciò che non ci serve più. Fa male quel fuoco ma se non lo si ostacola, fa il suo lavoro e passa. E’ importante non avere paura ma fidarsi della vita, di quel Dio che sa ciò che noi non sappiamo, che vede ciò che noi non vediamo e che sa come prendersi cura di noi fino a ricordarci la nostra libertà.

Se non esiste altro che amore, il problema è nel nostro sguardo che non riconosce sia così.

Ci vuole coraggio per chiamare tutto “amore”. A volte il mondo crolla all’improvviso. Cos’è successo? Niente, semplicemente doveva crollare per pulire sempre più quello sguardo che non riconosce la verità.

Ognuno di noi desidera profondamente una cosa: essere abbracciato veramente dall’amore.

C’è questo dietro a ogni nostro pensiero, parola, azione. Ma non lo sentiamo perché non abbiamo il coraggio divedere oltre ciò che appare. Noi esistiamo da sempre in quell’abbraccio, ma non sappiamo riconoscerlo. Preferiamo credere ai pensieri che ci costringono a difenderci.

Ma non c’è nulla e nessuno da cui difendersi… perché anche il dolore è amore.
Occorre solo arrendersi a cuore aperto fino a dissolversi in quella forza che ci riporta finalmente a Casa.

19/09/11

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook