L'Abbraccio che Libera

Con questo blog desidero risvegliare la consapevolezza sul potere dell’abbraccio come modalità di difesa nei confronti di se stessi e degli altri. Comprendere come abbracciare teneramente ogni nostra e altrui debolezza, paura, dolore, ogni lato oscuro che vorremmo non avere, ogni evento e situazione difficile, ogni nostro pensiero ed emozione, ci permetterà di realizzare la magia di quella morbidezza necessaria per fluire liberi con la Vita, quella morbidezza indispensabile per riuscire a entrare in quell’eterno presente che è la porta del Regno dei Cieli.

Carlotta Brucco

Carlotta-Brucco-BN2

51. IL LIBRO DE “I CINQUE ABBRACCI”

A fine maggio consegnerò ad Anima Edizioni il manoscritto de I Cinque Abbracci.
Il libro uscirà a gennaio 2014 con tutte le istruzioni sulla tecnica. Mancano nove mesi a quando potrete trovarlo nelle librerie, ma per me il “bambino” sta nascendo ora e vorrei condividere con voi la mia contentezza di questo momento.
Devo proprio ammettere che in questa opera c’è tutto il mio cuore e la mia anima perché sono consapevole del potere di questa pratica.
Lo dico così chiaramente senza paura di apparire superba perché vorrei che tutto il mondo ne facesse uso.

Mi sento un po’ come una ricercatrice medica che ha scoperto una potente medicina per qualche tremenda malattia. Ricercatrice lo sono da tantissimo e chi cerca veramente prima o poi trova. Non sono però medico del corpo… forse medico dell’anima, e la malattia tremenda è la sofferenza che ci autocreiamo dando origine alla realtà con le Visioni distorte, anche ereditate dai nostri avi.

La scoperta meravigliosa è stata comprendere o meglio aver saputo Vedere in modo preciso e alchemico una tecnica adatta a tutti per trasformare al livello di profondità necessario e con le chiavi appropriate le Visioni che creano la nostra vita. Non basta infatti la sola volontà, e il pensiero è uno strumento inefficace per raggiungere tali profondità. Ovviamente vi sono già altri insegnamenti e pratiche simili a questa; ma la sua unicità è nella precisa formula alchemica semplice, diretta, essenziale e applicabile da tutti ai vari livelli di consapevolezza individuali.

Non mi sento brava per questo perché io sono il solito misero essere umano con le infinite debolezze degli esseri umani… ma il divino ha voluto che qualcosa di speciale passasse attraverso il mio essere. Ed è proprio perché sono consapevole della mia limitatezza che posso gioire liberamente della potenza di questa tecnica. Non viene da me! Io solo ringrazio Dio.
Già in molti la stanno usando e ne stanno avendo bellissimi frutti. E sentire la loro gioia mi fa crescere la voglia di diffondere sempre più questo metodo.

Vorrei che I Cinque Abbracci fossero insegnati nelle scuole, negli ospedali, nelle aziende e chissà… magari ai politici! Lo so che per chi ci dirige bisognerebbe fare un discorso a parte… ma cosa accadrebbe al mondo se solo quelle persone riuscissero a comprendere come creare Visioni di amore e di saggezza che rendessero felici se stesse e gli altri?
Come sarebbe il mondo se i bambini nelle scuole imparassero a Vedere la pace?
Sono una Visionaria??? Sì per grazia di Dio. Aiuto a creare Visioni!
Ma sono Visioni che hanno il potere di creare una realtà felice proprio perché sono una chiave per Vedersi felici.
Non basta pensare positivo per creare una realtà positiva e per essere liberi, bisogna entrare nelle “impostazioni base” del nostro essere e riprogrammarle proprio come quando vogliamo installare un nuovo programma sul pc o sul telefono.

Vorrei che tutti fossero in grado di saper Vedere il nuovo mondo di pace, perché solo così può diventare reale. Vorrei offrire a tutti le chiavi per Vederlo, quelle che sono state date a me, senza nulla togliere a quelle che Dio ha dato ad altri.
Attualmente ci sono metodi e insegnamenti meravigliosi per il risveglio dell’essere umano a disposizione di chiunque. Non penso che ciò che propongo sia migliore di molti di questi, ma è ciò che è stato assegnato a me e di questo mi devo occupare. Ognuno di noi è diverso, ognuno può sentire quale via far percorrere alla propria anima. Non c’è n’è una migliore di un’altra, ma quella che sentiamo più affine.

A me sono sempre piaciuti i metodi veloci, diretti e che fossero anche completi in ogni loro parte di tutte le istruzioni necessarie per la liberazione dalla sofferenza. Ho fatto migliaia di domande a maestri spirituali di ogni razza e cultura perché tutto mi doveva quadrare. Da ragazzina andavo dai saggi a chiedere la tecnica più rapida e veloce che conoscevano per essere felici. Ovviamente mi hanno insegnato la pazienza più che altro, ma alla fine ho avuto ciò che desideravo.
Nell’epoca dei touchscreen dove con un tocco ti si apre il mondo…ho chiesto a Dio qualcosa che si adeguasse ai tempi! Forse ho insistito talmente tanto che mi ha esaudito per sfinimento…

La tecnica dei Cinque Abbracci non è una bacchetta magica e non farà il lavoro per voi. Richiede pratica e costanza, ma chi ne comprende il potere creativo farà ogni passo con grande entusiasmo.
Mi costa espormi così tanto nell’elogio di tale metodo; preferisco la pace del silenzio e della trasparenza, ma se mi è stata data la possibilità di offrire al mondo qualcosa di utile mi prodigherò per raggiungere il maggior numero di persone possibile… sempre e tutto in accordo alla Sua Volontà.

Mi scuso con quelli che reputano il mio dire troppo chiassoso e con quelli che non troveranno in questa tecnica nulla di utile.
Ringrazio quelli che invece permetteranno e aiuteranno il mio compito perché così saremo insieme mezzi e strumenti d’amore. Siamo tutti uno: “Io sono te, tu sei me”.

Quanta sofferenza c’è nel mondo! Quanto dolore vedo tutti i giorni nelle persone che incontro: paura, solitudine, insicurezza, rabbia, tristezza, preoccupazione… Non voglio passare il mio tempo a filosofeggiare sulla spiritualità e giudicare chi la pensa diversamente da me. Non voglio pensare, voglio agire, creare!

La rivoluzione si fa insieme… la nostra nuova Visione la realizzerà e saremo tutti felici.

51cbb

3/05/13

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook