Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

154. SENTIRSI AMATI

 

Il più grande desiderio dell’uomo è sentirsi amato. Dalla nascita cerchiamo l’amore della mamma, del papà, di chi ci sta intorno, poi del partner, dei figli e avanti così tutta la vita. Tuttavia questo profondo bisogno non viene mai appagato completamente. Nessuno mai infatti può offrirci quella profonda condizione d’essere che può trovarsi solo in noi stessi.

Alla domanda, quindi, “è possibile sentirsi amati?”, la risposta è comunque “sì”, ma c’è qualcosa di diverso da considerare. Se esiste solo il Creatore e nulla al di fuori di Quello, e Lui – Coscienza Una – è amore, vuol dire che tutto ciò che esiste è amore. Questo porta a vedere chiaramente che, se tutto è amore, possiamo tranquillamente dire che tutto ci ama.

È chiaro? Tutto ci ama!

Vuol dire che possiamo sentirci amati dall’esistenza tutta. Vuol dire che possiamo sentirci amati datutto ciò che accade. Vuol dire che possiamo sentirci amati anche dal dolore che proviamo in alcuni momenti difficili.

Il punto ora è capire come fare a sentirlo, perché come potete ben vedere non basta pensarlo per sperimentarlo veramente. Ricordiamo infatti, che tutto quello che ci capita accade per mostrarci il nostro fraintendimento delle leggi universali di amore, saggezza e unità, quindi, possiamo dire, che accade per il nostro massimo bene, cioè per riportarci a Casa.

Il modo migliore per comprendere il messaggio che ogni momento ci offre è quindi quello di sentirci amati dalla difficoltà stessa.

Per esempio, il mese scorso, ho spinto giù più volte con il braccio sinistro la mia lupa cecoslovacca di un anno e mezzo che mi saltava addosso con forza per farmi le feste. Ho sentito un forte dolore al braccio, che è rimasto anche successivamente, ma solo per alcuni movimenti. Non ci ho fatto granché caso e ho usato il braccio come al solito, ma giorno per giorno si è infiammato sempre più, fino a essere veramente dolorante e fastidioso. Invece di temere questa limitazione, ho sentito tutto l’amore che ne veniva fuori e mi sono messa a contemplare l’accaduto per coglierne il messaggio profondo e amorevole che premeva per essere da me compreso. Sono emerse cose interessanti.

Certo che, quando il dolore è intenso, è una grande sfida il sentirsi amati; viene richiesta una sorta di resa (che certo non esclude le varie terapie scelte), ma non c’è una ricetta precisa… ognuno deve trovare la sua.

No, non è piacevole per niente il dolore, ma non nasciamo per avere una vita solo piacevole! Esistiamo per conoscere ciò che siamo, per comprendere e mettere a servizio la nostra unicità, esistiamo per permettere alla Coscienza Una di arricchirsi di esperienza unica.

Chi teme la sofferenza, tanto da tradire se stesso pur di non averci a che fare, non sarà mai libero di volare verso la stella al centro di tutto.

Per vivere il messaggio di trasformazione del dolore occorre aprirsi a “lui” con fiducia, fino a sentire tutto l’amore che ha per noi. Ricordiamo infatti che nulla esiste al di fuori del Creatore e quindi ci si può fidare di tutto ciò che accade utilizzando ogni momento per risvegliare sempre più la nostra vera natura di infinita libertà.

La vita, anche se a volte non sembra per niente, è con noi, non contro di noi. Occorre aprirsi e accettare di sentirsi amati per sperimentare l’Intelligenza infinita di ogni momento.

Carlotta Brucco

Canale Telegram: https://t.me/neomrevolution

 

 

👉 Iscriviti alla nostra newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

🌈 Scopri le novità Anima Edizioni: https://anima.tv/novita-anima-edizioni/

😎 Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

💙 Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

➡️ Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette-anima-tv/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento con Facebook