L'Abbraccio che Libera

Con questo blog desidero risvegliare la consapevolezza sul potere dell’abbraccio come modalità di difesa nei confronti di se stessi e degli altri. Comprendere come abbracciare teneramente ogni nostra e altrui debolezza, paura, dolore, ogni lato oscuro che vorremmo non avere, ogni evento e situazione difficile, ogni nostro pensiero ed emozione, ci permetterà di realizzare la magia di quella morbidezza necessaria per fluire liberi con la Vita, quella morbidezza indispensabile per riuscire a entrare in quell’eterno presente che è la porta del Regno dei Cieli.

Carlotta Brucco

Carlotta-Brucco-BN2

14. FIDATI DELLA VITA

Ci tengo a offrirvi le seguenti parole. Sono un estratto dal mio libro Meditazione (con allegato cd e DVD) che presto uscirà con Anima edizioni.

“In qualunque situazione tu sia, fidati della Vita: c’è un senso anche se non lo cogli ora. Non sei solo; anche se ti senti tale, non sei solo lo stesso. Quel Dio che forse ancora non senti è sempre con te. Accetta che sia così e muoviti di conseguenza.
Qualunque errore tu possa pensare di aver compiuto, lasciati amare. Sei degno. Allora amerai anche tu.
La Presenza d’Amore non è interessata a chi tu sia, non esisti nel modo in cui tu credi.
Sii niente e scoprirai di essere tutto.
Non hai bisogno di sapere ma di far silenzio.
Fai silenzio e ascolta l’essenza di tutto ciò che c’è: è Una. Siamo tutti Uno.
Non c’è un dentro e un fuori…c’è solo Presenza d’Amore: ascoltala fino a essere Lei e continua a far silenzio.
Ascolta la Vita che scorre, non interferire, guarda la sua magnificenza.
Gioisci e ringrazia, semplicemente perché questo ti nutre e ti trasforma in un sole.
Non cercare un motivo per essere felice. Lo sei per natura, se non interferisci con tutto ciò che pensi di sapere.
Non aver paura, anche il dolore del cuore è solo dolore e anche quello passa. Non trattenerlo, lascialo andare. Se non perdi tempo a compiangerti, ti accorgerai del dono che ti ha lasciato. Ne varrà il prezzo pagato.
Abbraccia i tuoi mostri, uno ad uno, finché diverranno tuoi alleati. Se non correrai dietro all’illusione di essere perfetto ti serviranno anche le tue debolezze.
Non lamentarti mai, altrimenti nemmeno Dio ti può aiutare. Se soffri, piangi tutte le lacrime con il cuore aperto, chiedi la Grazia, ma non lamentarti.
Vivi ogni giorno come fosse l’ultimo, e sarai più vivo che mai; capirai bene quali sono le priorità.
Non essere tu a creare la tua vita; lasciati essere creatività, nutriti di creatività, falla scorrere nel tuo sangue fino a scoprirti creatore.
Sii semplice, sincero e spontaneo; non venderti per una carezza, non tradire te stesso per un po’ di amore. Non ne hai bisogno… sei fatto di amore!
Ama e vincerai. Ama e ti libererai da te stesso. Ama e avrai la Grazia di poter abbracciare il mondo per servirlo. Non c’è niente che ti renderà più felice di questo.
Ricorda: l’Io ha problemi… tu non ne hai. Non sei quello. Ma non tentare di sapere chi tu sia. Sii nulla e tutto accadrà da sé. La liberazione, l’amore, la felicità.
Sii felice amico mio”.

30/09/11
14. FIDATI DELLA VITA

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook