Navigando nelle infinite possibilità dell'essere

150. ONORARE LA PROPRIA UNICITÀ

 

Uno dei miei compiti più difficili di madre è fare in modo che ognuno dei miei quattro figli impari a essere veramente se stesso e che si rispetti in quanto tale. Solo così sarà poi in grado di rispettare gli altri. In una società dove si viene educati ad aderire a un pensiero comune che viene definito “normale” per essere accettati dal gruppo, appunto, dei “normali”, nasce una profonda difficoltà a rivolgere lo sguardo alla propria unicità.

Non è possibile vedere questa unicità se ci si giudica confrontandosi con l’immagine ideale di un ipotetica perfezione. Aver paura dei propri limiti, di ciò che chiamiamo difetti, respingendo ciò che si manifesta in noi e che non ci piace, non ci permette di cogliere la preziosità del nostro essere. Ognuno di noi è infatti una porzione di coscienza del Creatore che esperisce in modo unico ogni movimento interiore, raccogliendo così informazioni preziose condivisibili con tutto l’universo. La nostra unicità sta quindi nel modo di conoscerci, di conoscere.

Provate a pensare come ognuno di noi gusta il caffè. Sebbene la sostanza sia sempre la stessa, ci saranno infiniti modi di assaporarla, di farne esperienza. Osservate al bar in Italia quante varietà di ordinazioni per un caffè… siamo diventati una barzelletta per questo! Io per esempio ordino un caffè ristretto ma non troppo. Qualche barista capisce al volo, qualcun altro sorride per non mandarmi a stendere. Così, per esempio, sebbene l’apertura del cuore sia la stessa per tutti come piano di coscienza, il modo in cui la si sperimenta è diverso per ognuno ed è questa diversità che arricchisce l’universo intero.

Siamo le infinite interpretazioni preziose delle note che rendono la melodia del creato sempre più affascinante. La molteplicità di esperienza è possibile grazie al limite. Questo vuol dire che la ricchezza di informazioni viene resa possibile da tutto ciò che consideriamo un difetto.

Provate a pensare come nasce un campione di sci per esempio. Il bambino inizierà a imparare cadendo; ogni volta che si rialzerà avrà imparato qualcosa dall’errore che l’ha portato a cadere. Ma ogni errore/caduta lo spingerà a trovare il suo modo di sciare, unico. Da bambina praticavo diversi sport, tra cui la scherma a livello agonistico. L’ho anche insegnata per un po’. Imparare è un continuo correggere gli errori; inizialmente sono errori grossolani, ma poi si diventa sempre più abili a riconoscere quelli meno evidenti. Un’angolazione del polso che tiene il fioretto in mano di qualche grado in più o in meno determina l’entrata o l’uscita di una stoccata, così una distanza dall’altro di qualche centimetro fuori misura. Il modo in cui si compiono errori e la loro creativa correzione rende la propria scherma unica. Chi si diverte a correggersi in modo appassionante vince di più. Diventa un crearsi e ricrearsi in continuazione perché a ogni errore compreso si è nuovi.

Se giudichiamo i nostri errori ci blocchiamo nel senso di colpa ma, se li accogliamo, ascoltandoli come maestri preziosi, diventano alleati per divenire sempre più abili. Scoprire un errore dovrebbe quindi essere un’attività gioiosa perché apre alla possibilità di imparare sempre meglio, di conoscerci sempre più a fondo. Tuttavia se abbiamo paura di vedere i nostri errori perché ci lasciamo definire da essi, allora ci blocchiamo.

Ricordiamo sempre che non siamo i limiti che sperimentiamo ma la coscienza che li attraversa per arricchire di esperienza il campo intelligente che tutto è. In quest’ottica il difetto/l’errore/il limite è ciò che ci rende unici perché la Coscienza Una nell’attraversarlo assume quella nota, quella firma energetica unica che ci contraddistingue. È il limite della riva che rende il mare quell’onda meravigliosa che si infrange sulla spiaggia con il suo tipico suono meraviglioso.

Tutto ciò per dire che qualunque “difetto” è prezioso e rispettandolo ci permette di scoprire dove ci vuol portare, cosa ci vuole insegnare, che ricchezza ci vuole donare. Accogliendo nel cuore tutto ciò che di noi non è “perfetto” per cogliere il suo messaggio, onoreremo la nostra unicità, e saremo portati a compiere ciò che siamo venuti a fare in questo mondo, che è semplicemente: essere totalmente quello che siamo in questo momento.

Dall’essere totalmente se stessi emergerà spontaneo il meraviglioso lavoro da svolgere commissionato dal Creatore (la parte più reale di ognuno). La nostra missione non è la realizzazione di una grande opera riconosciuta da tutti, questo è uno giochino dell’ego, ma è arricchire l’universo con la nostra esperienza di vita semplicemente vivendo intensamente ogni attimo e imparando da esso per accordarci sempre più ai principi aurei di amore e saggezza.

Ciò che “fa male dentro” chiede di essere ascoltato e compreso; quel dolore è un fraintendimento, un limite che stiamo attraversando e che stiamo sperimentando in modo unico. Le informazioni che ne trarremo verranno condivise nel campo collettivo per arricchire tutti.

Questo meraviglioso lavoro parte spedito dal momento in cui riconosciamo la perfezione dell’imperfezione. Comprendendo la ricchezza del limite, non cercheremo più quindi di essere “perfetti”, ma ci lasceremo essere semplicemente quello che siamo spontaneamente ora, per conoscere talmente a fondo quel limite che stiamo vivendo da far sì che non abbia più motivo di esserci.

Questo modo di vivere se stessi e quindi gli altri dissolve il voler apparire diversi da quello che si è. Concedendoci la libertà di essere sempre noi stessi, la concederemo anche agli altri, per imparare istante per istante una misura armonica sempre più grande fino a incontrare l’Amore.

Carlotta Brucco

Libro-Brucco-Telesca-Spirito-Fisica      Libro-Brucco-Cinque-Abbracci

 

Vuoi ricevere le novità di Anima.TV? Iscriviti alla newsletter qui: https://anima.tv/form-iscrizione-newsletter/

Vuoi aiutarci a darti di più? Scopri come sostenere il nostro progetto: https://anima.tv/come-sostenere-anima-tv/

Consulta il nostro Calendario Eventi qui: https://anima.tv/eventi/

Attenzione, per i commenti rispettare la Netiquette: https://anima.tv/netiquette/

Vieni a trovarci! Visita la nostra homepage: https://anima.tv/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lascia un commento con Facebook