L'Abbraccio che Libera

Con questo blog desidero risvegliare la consapevolezza sul potere dell’abbraccio come modalità di difesa nei confronti di se stessi e degli altri. Comprendere come abbracciare teneramente ogni nostra e altrui debolezza, paura, dolore, ogni lato oscuro che vorremmo non avere, ogni evento e situazione difficile, ogni nostro pensiero ed emozione, ci permetterà di realizzare la magia di quella morbidezza necessaria per fluire liberi con la Vita, quella morbidezza indispensabile per riuscire a entrare in quell’eterno presente che è la porta del Regno dei Cieli.

Carlotta Brucco

Carlotta-Brucco-BN2

130. IL NOSTRO PREZIOSO E SACRO VIAGGIO

Un passo importante e fondamentale per la crescita di ogni persona è osservare e trasformare il proprio sistema di credenze. La sofferenza che proviamo è causata infatti proprio dai credo distorti ereditati dai nostri genitori e dal collettivo in genere.

Detto ancor meglio, noi nasciamo per conoscere la nostra vera natura divina libera da ogni sofferenza. La conoscenza di sé è la vera missione di ognuno. Questo viaggio meraviglioso consiste nella comprensione passo passo che tutto è Intelligenza, Coscienza, Una e Sola, per cui siamo tutti Uno.

Anche se ci sentiamo separati da tutto, in realtà, siamo una sola coscienza; l’amore e la luce sono le forze che muovono tutto il processo della creazione. Ovviamente questo non va compreso solo intellettualmente ma realizzato a ogni livello del nostro essere. Quanto più le credenze si allontanano da questa consapevolezza tanto più causano sofferenza.

La paura, l’ansia, la rabbia, la delusione, ogni stato di malessere è semplicemente un credo che chiede la nostra attenzione per essere trasformato sempre più verso la nostra vera natura unificata. Quando soffriamo è necessario quindi fermarsi a comprendere che la causa non è l’evento esterno ma il credo distorto.

Se tutto è intelligenza perché è necessario questo viaggio dalla dualità all’unità? A che cosa serve?

L’universo infinito, la coscienza Una, si nutre di informazioni per accrescere sempre più la consapevolezza di ogni possibilità diventata manifestazione. Ogni nostro processo interiore di comprensione arricchisce l’universo della manifestazione di quella possibilità di realtà che stiamo vivendo. Ogni nostra esperienza è unica in tutto l’universo e non viene persa ma registrata e condivisa a tutto il collettivo.

In questa prospettiva è il viaggio a interessare all’Intelligenza e non la meta. Ciò che il Creatore vuole sono tutte le informazioni che raccogliamo nel nostro viaggio verso Casa.

Spiego meglio: se decidete di fare il Cammino di Santiago non vi interessa prendere un aereo e arrivare a Santiago ma fare tutto il cammino. Anzi, se lo riuscite a compiere dalla prima tappa all’ultima siete ancora più contenti perché è l’esperienza di ogni giornata a essere preziosa e non l’arrivo a Santiago. Più il cammino è stato lungo e intenso, più alla meta sarete ricchi di informazioni di quell’esperienza. Così funziona il nostro viaggio verso Casa. Quando trasformiamo i credo distorti via via in comprensioni sempre più armoniche stiamo facendo il nostro vero lavoro, quello che veramente siamo venuti a fare qui sulla Terra.

Quindi, anche se le nostre credenze errate ci fanno soffrire, non dobbiamo giudicarci o avere rabbia nei nostri confronti quanto piuttosto ricordarci che è il viaggio dalla distorsione all’armonia a essere la preziosa raccolta informativa. Non la meta ma la raccolta informativa. Il viaggio dal dolore all’amore è tutto importante, dall’inizio alla fine; serve tutto.

Buona cosa è offrire questa raccolta di informazioni al Creatore ricordandoci che ciò che è utile e unico è proprio il nostro passaggio dal dolore all’amore, non la meta.

Ognuno di noi in questo momento è già l’Intelligenza Una, ma l’illusione della personalità serve per portare all’Infinito un particolare tipo di informazioni, quello sulla dualità, quello sugli schemi egoici. La personalità, l’ego, è solo uno schema che l’Intelligenza usa per un po’ al fine di portare un particolare tipo di informazioni all’universo intelligente.

Ma il viaggio non è immobilità. Invece ci hanno insegnato a cercare la ferma, finta sicurezza che tutto possa sempre rimanere fisso: il posto fisso, la casa fissa, la vita fissa, la salute fissa… Ci hanno insegnato ad avere paura del cambiamento…quando invece è la molla dell’esistenza.

Morte e rinascita si alternano in una danza illusoria solo per raccogliere informazioni per l’infinito, ma tutto è sempre e solo Intelligenza Una, Amore. Tutto è sempre e solo Coscienza Una. Morte e rinascita sono illusioni. Chi nasce e chi muore se l’ego è solo uno schema usato dall’Intelligenza? Tutto è sempre e solo Coscienza Una che conosce se stessa.

La raccolta informativa procede man mano che si risveglia la consapevolezza di non essere la persona che crediamo di essere. Man mano che comprendiamo che tutto è Intelligenza e nulla è al di fuori di Quello, la raccolta informativa si arricchisce proprio di quell’esperienza unica e preziosa che stiamo portando.

Ogni visione che non riconosce che tutto è Uno, che tutto è Intelligenza, che tutto è Dio, è un credo distorto da trasformare. Questo è il nostro bellissimo viaggio dove, al di là della visione illusoria egoica che non permette di riconoscere l’Unità, tutto è già perfetto così com’è.

Il più grande atto d’amore che possiamo compiere per tutto l’universo e le sue creature è offrire al Creatore il nostro viaggio così unico e prezioso, anche quando risulta molto difficile e doloroso.

Carlotta Brucco

NOTA: Chi desiderasse iscriversi al corso con me in Umbria 11/18 agosto, ricordo che ci sono ancora pochissimi posti. Per info: segreteria@neom.it

 

Libro-Brucco-Telesca-Spirito-Fisica      Libro-Brucco-Cinque-Abbracci

130

 

24/07/18
130-sq

Commenta l'articolo tramite e-mail

Messaggio (max 2000 caratteri)Tutti i campi sono obbligatori. L'e-mail non sarà pubblicata

Commenta l'articolo tramite Facebook